Link alla Homepage
Menu

Copertina Gennaio 2010La copertina del
mese
CUCINA
LE RICETTE DI LUIGI INCROCCI

 Le ricette dello chef Incrocci

L'indice delle ricette

Luigi IncorcciCon questa prima ricetta Luigi Incrocci, il più noto tra gli chef mugellani, inizia la sua collaborazione con il “Filo”, offrendo ai lettori le sue speciali ricette. Ricette speciali perché Incrocci è da anni uno tra i più apprezzati cuochi a livello nazionale. Mugellano doc, 51 anni appena compiuti, residente a Luco di Mugello, da molti anni ha “girovagato” in importanti cucine di importanti alberghi. Ce lo racconta lui stesso: “All’età di 15 anni, al primo anno di scuola alberghiera, sono volato in Francia, alla corte di Roger Vergé, un grande chef transalpino. E poi tante altre belle esperienze, toccando la compagnia Four Seasons a Milano, passando da Gualtiero Marchesi,  alla Svizzera con le Meridiene, la Starwood, l’Oriente Express la Rocco forte end Family, la Radisson e molte altre”. Ed oggi lavora in una  holding del ricevimento vicino Firenze.

“Sono nato –continua- da una semplice famiglia di ristoratori: la nonna paterna aveva a Scarperia un albergo e una trattoria. E nei periodi di vacanza, dai sette agli undici anni, mi dilettavo a girare e rigirare i grandi tegamoni. E quando dalla città ci siamo trasferiti a Scarperia la mia passione per il cibo è diventata sempre più grande portandomi ad intraprendere il triennio di scuola alberghiera con entusiasmo e passione.” 

Ad Incrocci le soddisfazioni e i riconoscimenti non sono mancati. “Il più importante è stato quello di essere entrato a far parte dei cento cuochi più importanti e famosi del mondo nel 2002 per la rinomata guida americana “International who’s who of chefs in the world”. Poi  le tante manifestazioni su tv ed arene radiofoniche, gareggiando con colleghi e raggiungendo molti piazzamenti di prestigio”.

Incrocci è ancora entusiasta del suo lavoro:  “Il mio amore per il cibo non si placa. E sicuramente se un giorno rinascessi e potessi di nuovo decidere cosa fare da grande non avrei esitazioni: il cuoco o, diciamo, lo chef. Come il mio maestro Marchesi mi ripeteva sempre, “spara ogni giorno alla luna sai che non potrai mai raggiungerla ma sparaci sempre comunque…””

Lo chef Incrocci festeggiato a Luco, dopo la grande cena del luglio 2011. (Foto Studio Bonon)E lo chef confida un suo sogno: “Da buon sangue mugellano sarei un giorno lieto di poter offrire a questa stupenda terra tutto ciò che con umiltà, ma anche con determinazione ed entusiasmo ho imparato guidando cucine come dicevo di caratura mondiale”. Così già si è impegnato per iniziative di beneficenza, come è accaduto mesi fa a Luco. Ma, in fondo, anche questa offerta di ricette per i lettori del “Filo” è un contributo significativo, per diffondere una “buona” cucina, che valorizzi anche gli ingredienti e i prodotti mugellani.

 

 

 

 

 

 

 

 

 Luigi Incrocci

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, giugno 2011

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408