Link alla Homepage
Menu

Copertina Gennaio 2010La copertina del
mese
GLI ARTICOLI
RIVISTE STORICHE MUGELLANE
NELL'EMEROTECA VIRTUALE

Una bella iniziativa,una brutta lacuna


Lo scorso ottobre, nella saletta delle conferenze della Biblioteca Comunale di Borgo San Lorenzo, nel Palazzo del Podestà, in piazza Garibaldi in occasione dell’iniziativa “ottobre piovono libri”, l’amministrazione comunale ha presentato ed illustrato il progetto dei contenuti e delle modalità per la consultazione on-line di alcune riviste storiche mugellane nell’emeroteca virtuale della Regione Toscana. In tutto sono tredici le riviste e i quotidiani già in rete (vedi la locandina), e quindi la visualizzazione per gli storici e i ricercatori è facilitata, quindi senza ricorrere alla visione in cartaceo e in microfilm, che ovviamente comportava una serie di difficoltà, e soprattutto, attraverso Internet, direttamente sul proprio computer.
Di più: mettere a disposizione di tutti il panorama completo della carta stampata in Mugello è senz’altro un importante contributo alla storiografia locale e alla sua identità. Un’iniziativa importante dunque, effettuata dal Comune con il contributo della Regione Toscana. Ma sarebbe bene che quando si fanno iniziative del genere, non le si facessero con vistose lacune. Diversi lettori del “Filo”, nelle settimane scorse ci hanno chiesto “perché il Filo non c’è”. Francamente anche noi ce
lo siamo chiesto, e lo abbiamo chiesto ai responsabili comunali. Ma una risposta convincente non è giunta. Non ci hanno potuto rispondere che sono stati “digitalizzati”, ovvero inclusi nella rassegna, soltanto i periodici “estinti”, quelli cioè non più in pubblicazione. Perché tra le testate vi sono anche giornali ancora in edicola. Non ci hanno potuto rispondere che è stato valutato il “peso” culturale dei vari periodici, anche perché le ventisette annate del nostro periodico un po’ di “peso” pensiamo lo abbiano. Ci è stato detto piuttosto che “Il filo” è già presente su Internet e quindi…”, giustificazione
che lascia il tempo che trova, visto che solo una selezione di articoli, e per poche annate, è presente
su Internet, attraverso il sito www.ilfilo.net, presenza peraltro realizzata a nostre spese e con nostra fatica, non certo con contributi e sostegni pubblici. Per questo abbiamo espresso, ed esprimiamo qui, pubblicamente, rammarico per una scelta incomprensibile, che non pensiamo sia dovuta a ragioni politiche-ideologiche, ma frutto piuttosto di una valutazione affrettata e comunque ingiusta e punitiva. Perché essere inseriti nell’emeroteca regionale online è non soltanto prestigioso, ma anche una vetrina importante e una possibilità di consultazione offerta davvero a tutti (e a noi, che facciamo questo giornale senza alcun fine di lucro, ma soltanto per essere letti, una possibilità del genere
interessava e interessa molto). In verità la giustezza delle nostre osservazioni ci è stata riconosciuta dai responsabili del Comune. E ci è stato garantito che la lacuna sarà quanto prima colmata. Prendiamo atto della promessa, e ci facciamo un nodo al fazzoletto. Perché non ci bastano né promesse né attestati di stima, e neppure due righe aggiunte in calce alla presentazione dell’iniziativa. Ora attendiamo i fatti, com’è giusto che sia. Perché se questa “dimenticanza” viene presto colmata, bene. Se non lo sarà, sarà una discriminazione che non ci piace, né poco né punto.

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, dicembre 2010

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408