Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Dibattiti - Lavagna

UNA LETTERA DAL CONSIGLIO COMUNALE DI BORGO

Aborto, perché il nostro Comune
tace e non fa nulla?

Nel dicembre di un anno fa presentammo un'interrogazione al sindaco del Comune di Borgo San Lorenzo sul tema della prevenzione dell'aborto e al sostegno alle donne in difficoltà per una gravidanza.

Facevamo riferimento a precisi impegni, purtroppo disattesi, assunti dal Comune di Borgo San Lorenzo: il Consiglio Comunale infatti aveva approvato all'unanimità, nel lontano giugno 1998 un ordine del giorno nel quale si evidenziava la necessità di una più efficace applicazione della legge 194/78 nella parte riguardante gli aspetti preventivi, atti a rimuovere le cause che possono spingere all'interruzione di gravidanza e si invitavano anche le istituzioni pubbliche nell'opera di sensibilizzazione per la promozione del rispetto della vita. In particolare in tale documento si impegnava "il sindaco e la giunta comunale, a promuovere una ricerca sulle modalità di applicazione della legge nel territorio (numero di aborti presso l'Ospedale ed extra ASL, servizi di supporto, attività consultoriali, ecc.) da presentare nella relativa commissione, evidenziando in essa le azioni che l'amministrazione comunale intende promuovere sull'argomento". E nel dibattito l'assessore alla sanità Stefano Tagliaferri si impegnava a dare risposte puntuali sulla questione. Purtroppo da allora, giugno '98, niente si è più saputo e allora nel dicembre scorso sollecitammo la cosa chiedendo se e in che termini sono stati presentati gli esiti della ricerca sulle modalità di applicazione della legge nel nostro territorio; se l'amministrazione comunale ha evidenziato e attuato azioni concrete nel senso auspicato dall'ordine del giorno del giugno 1998; se non si ritenga opportuno approntare iniziative atte a promuovere una cultura di rispetto della vita nascente e a dare sostegno concreto alle donne in difficoltà per una gravidanza".

Verbalmente, mesi fa, lo stesso assessore Tagliaferri ci assicurò che presto sarebbe giunta risposta. Ma al momento in cui scriviamo queste righe, dieci settembre 2001, il silenzio continua, e la cosa ci sembra molto grave. Sia per l'estrema importanza dell'argomento, sia per il rispetto dovuto ad impegni assunti dal Consiglio Comunale. Ma non ne facciamo solo una questione formale. Temiamo infatti che non manchi soltanto la risposta della giunta. Manchi piuttosto, in modo assoluto, la benché minima attenzione al tema della prevenzione dell'aborto. E riscontriamo grande impegno, magari solo a parole, su tante tematiche, anche di minore importanza, mentre su questo, forse per non dispiacere certe frange della sinistra, si tace.

ANTONIO D'ALESSANDRO - CARLO INCAGLI
CAPIGRUPPO LISTA LIBERA E FORZA ITALIA-CCD

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, settembre 2001

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408