Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Personaggi
RICORDO DI ADALENA BERRETTI

Adalena, impegno e servizio

Adalena Berretti con il Papa Giovanni Paolo II durante un'udienza per l'UnitalsiPer ricordare Adalena Tagliaferri Berretti, scomparsa improvvisamente il 16 febbraio scorso pubblichiamo alcuni stralci dalla commemorazione fatta in consiglio comunale a Borgo San Lorenzo, dove Adalena svolgeva il suo compito di capogruppo dei Cristiani Democratici e Laici.

Ma lei non era "solo" un "politico", un consigliere comunale. Aveva assunto questo impegno da qualche anno, come esito di un più ampio impegno civile e religioso. E anche in questo campo, come segretaria del PPI e poi del CDU, come consigliere comunale e in Comunità Montana, aveva mostrato un cuore grande, una dedizione e una passione incredibili: e solo chi ha avuto modo di conoscerla bene può capire fino in fondo quanto grande sia la perdita, in termini di animazione, capacità critica e di aggregazione, entusiasmo, causata dalla sua morte improvvisa.

Ci resta la sua testimonianza e il suo impulso instancabile a non chiuderci in casa, a non rinunciare alla "battaglia", ad esercitare un'attiva e feconda presenza nella società, con spirito di servizio; ci resta il suo esempio e il suo invito a non scoraggiarsi mai. Ci resta il ricordo della sua amicizia grande. Grazie Adalena, di cuore.

Adalena lascia un vuoto in tutti noi, e ci lascia sgomenti per la sua improvvisa scomparsa, così in contraddizione con la sua vivacità e voglia di vivere e costante presenza, dedizione non solo all'attività istituzionale come consigliere comunale dal 1995, ma tanto presente, da sempre, nella vita sociale del nostro comune. (...)

Adalena seguiva personalmente alcuni casi difficili di anziani nel nostro comune, aveva tanti impegni e l'attività istituzionale l'ha esercitata con passione e dedizione: anche questa volta, ad esempio, è stata la prima, in anticipo su tutti noi, a venire a prendere la relazione previsionale e programmatica del Bilancio, proprio per essere pronta a dare il suo contributo.

Un aspetto a cui teneva molto, credo, era anche la sua identità di donna. Io appresi qualche mese fa, appunto, l'essere stata lei la prima capoguardia donna della Misericordia, e questo la riempiva d'orgoglio, di orgoglio, diciamo, femminile, per essere riuscita ad avere questo riconoscimento. (...) La ricordo con gioia in alcuni momenti che abbiamo vissuto insieme anche come consiglieri. Recentemente per l'inaugurazione della Faentina, la gioia che Adalena insieme a tutti noi esprimeva in quel momento; o l'inaugurazione della via Caduti di Montelungo, da lei proposta all'amministrazione comunale, a ricordo della battaglia di Montelungo, dove aveva perduto il fratello giovanissimo: mi ricordo la preparazione, fatta insieme, di questo momento inaugurale, la sua gioia quel giorno, e sicuramente quando ci troveremo a passare per quella via non potremo fare a meno di ricordare alla nostra memoria la figura di Adalena.

ANTONIO MARGHERI
SINDACO DI BORGO SAN LORENZO

Ci sono amministratori che lasciano negli anni una traccia profonda del loro operare. Adalena Berretti è uno di questi amministratori, dico "è", perché chi lascia un solco e una traccia, attraverso questo solco e questa traccia continua a vivere nella coscienza di noi cittadini, nel nostro ricordo. In me è forte l'emozione e anche il rammarico di avere perduto una deliziosa, simpatica compagna di banco, che a distanza di tanti anni, dai tempi della scuola, mi ha in molti momenti dato la sensazione di essere tornato su quei banchi per come viveva anche con allegria, con simpatia la presenza in questo Consiglio.

FABRIZIO FRIZZI BACCIONI
FORZA ITALIA

Per me è difficile scindere l'aspetto prettamente politico da quello più strettamente personale, legato agli affetti, alla condivisione, allo scambio sincero. Adalena l'ho conosciuta nei momenti per me bui delle divisioni dolorose in politica, che hanno lacerato talvolta gli animi, e se non rotto, ma quasi, le amicizie, hanno frantumato tante speranze. Adalena è spuntata politicamente, almeno per quel che mi riguarda, quasi dal nulla, con l'entusiasmo di un ragazzo (e magari i ragazzi d'oggi avessero l'entusiasmo in politica come aveva lei), e con grande libertà di pensiero ha dato nuovo slancio e vigore all'azione politica, con il merito di aver ricompattato uomini e donne in quel momento un po' persi, un po' disorientati, ma accomunati dagli stessi valori fondamentali, come il rispetto e la difesa della vita, la dedizione alla famiglia, l'impegno sociale, a favore della comunità intera. Sono bastati pochi anni di impegno politico attivo per mettere a fuoco la sua capacità, la sua passione, la sua presenza in ogni settore della vita, con un'attenzione privilegiata verso i più deboli. Ricordo la sua appartenenza alla Misericordia e al suo impegno nel volontariato, nel servizio agli ultimi, animata oltre che da un forte impegno civile, da una fede salda e profonda. E quindi, al di là delle diverse opinioni e delle posizioni diverse, credo che la sua dedizione al bene comune sia patrimonio di tutti ed eredità preziosa, un messaggio che Adalena ci ha lasciato e che, se lo sapremo cogliere, mitigherà il dolore per questa grave perdita.

MARGHERITA BERNONI
CRISTIANI DEMOCRATICI

Non è facile non farsi prendere dall'emozione nel ricordare la consigliera Adalena Tagliaferri Berretti, una collega che fino a pochi giorni fa ha condiviso con noi la responsabilità di fare politica. E lei faceva politica al di là della dialettica che la caratterizzava, delle polemiche anche forti, talvolta dei ruoli, anche delle condivisioni, al di là di tutto questo faceva politica appassionata e competente senza interessi personali.

E vorrei ricordarla anche per l'impegno verso persone bisognose, ricordarne la generosità e sensibilità. Era una di quelle persone, e sono sempre più rare, che faceva seguire quando poteva alle parole i fatti. Io vorrei fare due esempi che, forse, non tutti conoscono: l'aver preso in affidamento, anche se trent'anni fa non si chiamava così, una ragazza dell'Alto Volta, averla fatta studiare e poi aver trasformato quella sorta di affidamento in adozione perpetua, di lei e della sua famiglia in Africa. L'altro esempio è l'aver dato in comodato gratuito un suo appartamento in uso ad una famiglia immigrata, che tuttora ci vive. Sono esempi forti, fatti spessi nel silenzio, che mi sento di far conoscere anche agli altri.

LUIGI ANDREINI
PARTITO POPOLARE

Io voglio ricordare la coerenza di Adalena, il suo impegno civico, impegno che si è trasfuso in tutti i rami della società nei quali lei interveniva, con entusiasmo e certa di portare quei valori che ha sempre sostenuto e che l'hanno resa coerente e di forte personalità. Quindi, nel momento in cui mi trovo di fronte a fatti dolorosi di questa portata, mi rifugio nel ricordo della persona e cerco di trovare il messaggio educativo che questa persona mi ha potuto dare. Da questo punto di vista Adalena è stata una persona che ha dato molti messaggi, che ha fornito un chiaro e fulgido esempio di educazione civica.

STEFANO MAGHERINI
ALLEANZA NAZIONALE

© il filo, marzo 1999

 

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408