Link alla Homepage
Menu

Copertina di settembre
La copertina del mese
GLI ARTICOLI
spettacoli

SCARPERIA RIPROPONE “AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA”

La “Compagnia delle Formiche” non delude

 

Sta diventando un appuntamento fisso e sempre gradito al pubblico quello con il musical che apre i festeggiamenti del Diotto a Scarperia. La “Compagnia delle Formiche”, con la regia di Cecchi – Della Rocca, ha riproposto a fine agosto il celebre musical italiano “Aggiungi un posto a tavola” che aveva segnato il debutto 2004 anni fa. Sebbene non si sia trattato di una rappresentazione nuova per la Compagnia, la voglia di misurarsi con il percorso svolto, di rivedere, correggere, migliorarsi ha indotto il gruppo di giovani fondatori a riproporre uno spettacolo che anche questa volta non ha deluso gli spettatori. In più, poco prima della rappresentazione la Compagnia ha ricevuto l’autorizzazione direttamente da Iaia Fiastri e Armando Trovajoli che ne scrissero la sceneggiatura e curarono le musiche nella prima del 1973, sotto la regia di Garinei e Giovannini.

La trama della commedia musicale è nota: il giovane curato di un piccolo paesino, Don Silvestro, viene chiamato telefonicamente dal Padreterno per annunciare l’arrivo imminente del secondo diluvio universale: a lui il compito di salvare gli abitanti del paese e di costruire un’arca, come Noè fece a suo tempo. L’impresa sarà resa difficile da un Sindaco avido e miscredente, dai ripensamenti dei compaesani, dai “bollori” di Clementina, perdutamente innamorata di Don Silvestro, dall’arrivo di Consolazione, una ragazza di facili costumi, giunta in paese proprio la notte delle procreazione e che distrae gli uomini del paese e dal Cardinale che, facendo leva sul proprio potere, tenta di screditare la missione di Don Silvestro. Tra i miracoli dell’Onnipotente e la verità dei sentimenti il diluvio alla fine verrà scongiurato e siederanno tutti insieme a tavola, con un posto in più … per Lui!

Anche con una storia dal successo assicurato, mettere su uno spettacolo musicale è un lavoro impegnativo e sono state necessarie la disponibilità e la creatività di uno staff di 45 persone per i balletti, la coreografia, i costumi, gli adattamenti musicali e l’incisione, i cori, le luci per un risultato di squadra che trasmette entusiasmo e vivacità e il cui ricavato andrà interamente in beneficienza.

Tra le conferme della Compagnia scarperiese vi è senz’altro la capacità dei protagonisti e le caratterizzazioni riuscitissime di Alberto Della Rocca (Don Silvestro), Andrea Cecchi (Sindaco Crispino), Margherita Capecchi (Clementina), Cristina Rabatti (Ortensia), Alessio Fusi (voce di Dio). Molto bravi nella recitazione Alessio Monti (Toto), Alice Marrucelli (Consolazione), Piero Bartolini (Cardinale), Massimiliano Parisi (carabiniere).

Un elogio particolare va inoltre alla vera novità di quest’anno: ai membri del Laboratorio di Scenografia, Stefano Bandini, Roberto Talluri, Massimo Becchi, Roberto Pieri, Lucio Sprio e Massimiliano Parisi. Senza un’esperienza specifica nel settore, ma con un buon bagaglio di conoscenze maturate nel lavoro o nel tempo libero, sono riusciti a realizzare scene a ambientazioni molto curate e tecnicamente sofisticate.

Complimenti dunque ad una Compagnia che, partita dalla voglia di stare insieme di un bel gruppo di giovani amici, riesce a crescere artisticamente e a motivarsi negli anni con nuove sfide. Quale sarà dunque la prossima? Forse il coraggio e l’allenamento per cantare dal vivo? Glielo auguriamo perché le potenzialità ci sono tutte!

Letizia Materassi

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, settembre 2009

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408