Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Turismo cultura
I luoghi notevoli di Borgo San Lorenzo
 

I LUOGHI DI BORGO SAN LORENZO

Torna all'elenco dei luoghi di Borgo San Lorenzo


Santuario del Santissimo Crocifisso

All’ingresso orientale del paese, si trova l’imponente Santuario del SS. Crocifisso de’ Miracoli**, costruito nella prima metà del ‘700 su progetto dell’architetto Ticciani di Firenze.  La pianta è a forma di croce greca con abside semicircolare, l’aula centrale è coperta da una grande cupola mentre i bracci laterali sono a volte.  Il pavimento è in marmo di Carrara e le pareti e gli altari sono rivestiti con marmi pregiati.

Sopra l’altar maggiore, una profonda nicchia nascosta da una tela dipinta dal Bezzuoli e raffigurante l’Angelo Consolatore che conforta i borghigiani colpiti dal terremoto del 1835, racchiude il Crocifisso miracoloso, opera di scuola trecentesca, che viene esposto all’adorazione dei fedeli solo in determinate ricorrenze.

Sugli altari laterali sono raffigurati: “il Battesimo di Costantino”, di Ignazio Husford e il “Transito di S. Giuseppe”  del  Folchi.        

In alto, lungo  le  pareti,  sono affissi otto grandi  quadri  ottocenteschi  che raffigurano altrettante scene della “Passione di Gesù”.  Alla destra dell’altare, sopra al piccolo fonte battesimale di marmo, si trova l’immagine vagamente liberty di S. Giovanni Battista in formelle di ceramica, opera di Galileo Chini.

La facciata ed il loggiato furono completati nel 1754.  Un recente restauro ha definitivamente cancellato i segni del terremoto del 1919 che comportò anche la demolizione del campanile irrimediabilmente lesionato.

La tradizione del Crocifisso miracoloso risale al 1440, quando un gruppo di pellegrini tedeschi si trovarono a passare per Borgo San Lorenzo, portando seco un crocifisso di legno.  Ospitati dalla Compagnia dei Battuti (così chiamati perché praticavano la flagellazione), lasciarono precipitosamente il paese travagliato dalla peste, abbandonando sul posto la sacra immagine.  Cessata la peste, ne venne attribuito il merito a quel Crocifisso, così pure per altri flagelli che risparmiarono Borgo e per numerosi prodigi che si verificarono.

Così nel 1410 fu deciso di custodire il sacro legno in un piccolo Oratorio,  poi ampliato nel 1690 e definitivamente sostituito dall’attuale edificio.

 

Sulla sinistra della Chiesa si trova ancora la Cappella della Compagnia dei Neri (altro epiteto attribuito ai “Battuti”) nella cui abside, illuminata da una bella vetrata con al centro lo stemma della Compagnia, opera della Manifattura Chini, si conserva un quadro della seconda metà del Quattrocento raffigurante la “Incoronazione della Vergine” fra S. Giovanni Battista e S. Jacopo.  Al lati sono appesi preziosi reliquiari.

 (La Chiesa è aperta al culto: tel. 055.845.9088)

 

© Notizie tratte da il volume "Il Mugello" di Massimo Certini e Piero Salvadori (ed. Parigi & Oltre, Borgo San Lorenzo, 1999)
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408