Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Turismo

UNA NUOVA GRANDE OPPORTUNITA’ 
TURISTICA PER IL MUGELLO

Cafaggiolo apre ai turisti

Torna a nuova vita l’antica villa medicea di Cafaggiolo. La grande struttura è sicuramente da sempre uno dei principali tesori d’arte e di storia del Mugello, ma non vi è dubbio che sul piano turistico finora era ben poco sfruttata. Spesso i turisti, italiani ed esteri, dovevano limitarsi a rubare qualche scatto fotografico dalla strada, senza poter accedere all’interno. C’era, in verità, la possibilità di visite guidate, ma la promozione e la pubblicizzazione erano piuttosto carenti, senza orari predefiniti, senza riferimenti chiari.

Ora però si cambia, e per il Mugello, sul piano turistico, potrebbe diventare una grande opportunità di richiamo, la prima di questo livello sul nostro territorio. Lo hanno capito i gestori della villa, che da qualche mese stanno preparandosi a un nuovo salto di qualità. Dal 2000 la società “Torre Il Palagio” propone nel parco e nelle prestigiose sale di Cafaggiolo eventi, banchetti di nozze, cene di gala, “un’attività –spiega Milvia Labardi- per la quale siamo molto contenti, perché è rapidamente cresciuta, visto che l’anno scorso siamo giunti a servire clienti come Ferrari, Audi, Maserati, Swarovski, La Perla. E molti fine settimana estivi sono riservati ai matrimoni”. Con una collaborazione e un interscambio con importanti strutture ricettive, come l’Hotel Ripa Verde di Borgo San Lorenzo e il Poggio dei Medici di Scarperia.

Da quest’anno poi ci sono importanti novità, e per questo è stata appositamente creata una nuova società “Arti nel Castello”: “Le persone che vengono ai nostri banchetti –continua Labardi- fin dall’inizio ci chiedevano notizie del castello, volevano conoscerne la storia, visitarlo, acquistare oggetti. Così è nata l’idea, e subito ci siamo appassionati. Si è avviata una ricerca sulle maioliche rinascimentali di Cafaggiolo, con la ceramologa statunitense Anna Moore, che ha seguito gli scavi presso la villa degli anni scorsi. Poi si è stabilito di aprire di più il castello, in orari prefissati –tutti i fine settimana e qualche pomeriggio infrasettimanale-, con un maggior numero di sale accessibili, arredate con copie di quadri di personaggi medicei, modelli di costumi rinascimentali, documenti provenienti dall’Archivio di Stato di Firenze, come lettere dei Medici, inventari e descrizioni della villa. In modo da offrire la possibilità di visite guidate multilingue.. E al termine del percorso di visita è previsto un book-shop, con la vendita delle riproduzioni delle antiche ceramiche delle fornaci di Cafaggiolo, stampe inerenti la villa, libri, oggettistica; un book-shop che oltre ad essere un luogo di esposizione e vendita, offra accoglienza ed informazioni all’ospite, su tutti i servizi offerti dalla villa, banchetti, visite, animazioni rinascimentali, degustazioni.”

Sono previsti anche corsi di cucina storico-rinascimentale e cucina tipica rinascimentale, che si terranno in un’aula molto speciale e di prestigio, il cucinone di Medici, dove vi è tra l’altro un focolare bellissimo e una vasca, un grande acquaio artistico, il cui gemello si trova a Palazzo Pitti. Un “pacchetto” turistico-culturale dunque di notevole spessore –che verrà gestito dalla società “Arti al Castello”, il cui progetto fra l’altro è stato prescelto dalla Camera di Commercio che lo ha premiato tra le “Idee migliori”, garantendo un finanziamento e un corso di formazione-; un pacchetto in grado, ci contano i promotori, da suscitare forte richiamo per comitive, gruppi e singoli turisti alla ricerca di luoghi ricchi di storia e di arte. E Cafaggiolo lo è sicuramente.

  © il filo, Idee e notizie dal Mugello, aprile 2003

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408