Link alla Homepage
Menu

Copertina gennaio 2008
La copertina del mese
GLI ARTICOLI
anteprima

UNA GRANDE MOSTRA D’ARTE

Mugello 2008, il grande evento

Il 2008 mugellano si annuncia all’insegna dell’arte. E del turismo, per il grande richiamo che l’evento espositivo provocherà.

L’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ha scelto infatti il Mugello per ospitare la grande mostra annuale che nel 2007 vide protagonista il Valdarno e gli anni precedenti il Chianti e l’empolese.

Ancora il progetto è in via di definizione, ma ormai è certa la sua realizzazione. Da metà maggio fino a novembre il Mugello sarà così arricchito da una speciale “mostra” con pezzi di inestimabile valore artistico, dislocati in tre diversi ambiti, scelti dal comitato scientifico presieduto dall’ex-sovrintendente Antonio Paolucci, ora direttore dei Musei Vaticani.

Così a Bosco ai Frati, nel comune di San Piero a Sieve, accanto al famoso Cristo di Donatello, giungeranno altri due straordinari Crocifissi: un altro capolavoro di Donatello, proveniente da Santa Croce a Firenze, e un Cristo del Brunelleschi, da Santa Maria Novella.

Seconda location sarà il Palazzo dei Vicari di Scarperia, con una mostra dedicata ai Medici e al mestiere delle armi. Arriveranno così un Bronzino (il ritratto di Cosimo, dagli Uffizi), un’opera del Pontormo (il ritratto di Maria Salviati), e poi vari altri dipinti tra i quali un ritratto di Giovanni Delle Bande Nere. Ancora, al Palazzo dei Vicari saranno messe in mostra l’armatura di Francesco I, proveniente dal Bargello, e una selezione di armature del Museo Stibbert.

Infine, al museo di arte sacra di Vicchio arriveranno splendidi tesori: una tavola di Giotto raffigurante Santo Stefano, dal Museo Horne, una Madonna con Bambino e Santi di Andrea del Castagno (opera di origine mugellana, visto che si tratta di un affresco che, ora della collezione Contini-Bonaccossi, fu staccato dalla cappella del castello del Trebbio), e una Madonna con Bambino e Santi del Beato Angelico, proveniente dal museo di San Marco.

“Si tratta –commenta l’assessore alla cultura e al turismo della Comunità montana Alessandro Marchi- di un evento di livello mondiale, per noi irripetibile. E per questo come Comunità montana abbiamo deciso che esso sarà non uno degli eventi, ma l’evento del 2008, sul quale destinare tutte le risorse finanziarie e umane”.

Il Mugello vorrebbe anzitutto ampliare, per quanto possibile, il raggio dell’evento, “per far emergere –spiega l’assessore- anche altri luoghi, come l’Alto Mugello o altri comuni della zona. Inoltre contiamo di inserire nel programma, non con esposizioni ma con attività convegnistiche, il castello mediceo di Cafaggiolo”.

Tra l’altro pare che all’inizio la proposta abbia suscitato anche qualche malumore e “gelosia”: non hanno apprezzato l’”esclusione” della Val di Sieve, il sindaco di Pontassieve e l’assessore della Comunità montana della Montagna Fiorentina, e pare che anche il sindaco di Borgo San Lorenzo abbia avuto da ridire, lamentando che il proprio comune non fosse stato coinvolto.

Ma malumori a parte, non vi è dubbio che l’appuntamento è di grande rilevanza. E anche di grandissimo richiamo. Pagata interamente dall’Ente Cassa di Risparmio, che vi investirà oltre mezzo milione di euro, l’esposizione sarà curata dallo stesso Ente, che penserà anche alla promozione a livello nazionale, all’apertura delle sedi, e all’organizzazione di servizi di trasporto per collegare le tre esposizioni, e alla pubblicazione di. “Noi invece –aggiunge Marchi- vorremmo investire per promuovere l’evento anche all’estero, perché crediamo si tratti di una proposta di grande rilievo culturale e turistico. E stiamo pensando a iniziative collaterali, collegate con le mostre principali, naturalmente in accordo con l’Ente Cassa di Risparmio”.

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, gennaio 2008

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408