Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli Società
Solidarietà

A.V.O. in Mugello

Nel mese di settembre u.s. l’A V O (Associazione Volontari Ospedalieri) si è costituita in forma giuridica di associazione di volontariato ed agisce in conformità e nei limiti della legge n. 266/91 e delle leggi Statali e Regionali in materia; ha la propria sede in Borgo San Lorenzo presso l’Ospedale Nuovo del Mugello V.le della Resistenza. Infatti dopo circa 3 anni di attività l’AVO assume una connotazione giuridica autonoma dopo aver agito come emissaria della sede di Firenze. Questa è certamente una soddisfazione per il gruppo di volontari, costituito prevalentemente da donne ma con la presenza maschile sempre più numerosa e per lo più di giovani, che da qualche tempo opera nel nostro territorio, spaziando dall’Ospedale Nuovo del Mugello alla Casa di Riposo Giotto di Borgo S. Lorenzo e alla Casa di Riposo SS.Annunziata di Firenzuola.

             I volontari dell’AVO con il loro impegno assicurano una presenza amichevole, in una struttura ospedaliera, cercando di offrire ai malati durante la loro degenza, e quindi lontano dalla propria famiglia, una forma di dialogo, di svago e di aiuto contro la sofferenza   e l’impedimento della malattia; nelle due Case di Riposo offrono il loro contributo perché la vecchiaia in una struttura specializzata  non sia necessariamente sinonimo di abbandono soprattutto per quegli anziani, e ce ne sono molti, in prevalenza donne, che non hanno quasi nessun familiare che possa star loro vicino.

             L’AVO è presente nei reparti ospedalieri di Medicina Uomini e Donne dove spesso i degenti sono persone molto anziane, talvolta sole perché provengono da Case di Riposo e quindi prive  di sostegni familiari. Anche in presenza di familiari, i nostri volontari garantiscono quei confort minimi quali ad esempio imboccare i degenti, lavare loro le posate, i bicchieri e  le tazze,  preparare la valigia in caso di dimissioni, ma soprattutto sono disposti ad ascoltare  la loro storia personale mostrando quell’interesse che parrebbe mancare a chi in famiglia quotidianamente sta a contatto con loro. In caso di particolari indigenze l’Associazione riesce a fornire al malato il necessario per la degenza (pigiama, camicie da notte, ecc.ecc.).

             Un altro reparto in cui necessita una presenza discreta è quello del Hospital Day oncologico in cui si viene a contatto con pazienti costretti a terapie lunghe e debilitanti per combattere la malattia. I volontari AVO riescono ad instaurare un rapporto di profonda e sincera confidenza sia con il malato, che con il familiare provato da un evento così doloroso e logorante. Questo impegno, costituisce per il volontario  un’esperienza forte, di profonda emozione e quindi di crescita personale spirituale.

             Di uguale spessore umano è l’esperienza dei volontari che operano nelle due Case di riposo, volontari che nelle riunioni mensili del 1° giovedì  nelle quali tutti parlano di come via via vengono a contatto sì con la sofferenza ma anche con la simpatia della gente che avvicinano, offrono con i loro racconti degli spaccati di vita ormai scomparsa, ma estremamente toccanti per la carica di umanità che li pervade

              Per tutte queste motivazioni l’Associazione cerca di promuovere nuove adesioni per questa forma di volontariato abbastanza particolare, ma che non richiede che la disponibilità di metà  mattina o metà pomeriggio la settimana. Per diventare volontari AVO occorre frequentare un breve corso di preparazione della durata di cinque settimane per un pomeriggio a settimana e fare un tirocinio di sei mesi presso la struttura prescelta a seconda della disponibilità individuale.

Informiamo i lettori che il 6° corso per la formazione dei nuovi volontari si terrà a Gennaio 2003, chi volesse iscriversi o desiderasse notizie più dettagliate può rivolgersi il lunedì dalle ore 10 alle 12 alla sede AVO, presso la palazzina dell’ex-Direzione Sanitaria dell’Ospedale, oppure telefonare ai numeri  348/6972258  e  333/7416834.

                                                                       p. AVO  di Borgo San Lorenzo

                                                                                        MARIA BINI

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, ottobre 2002
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408