Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Personaggi
L’ESPERIENZA DEI BAMBINI-ATTORI MUGELLANI:
UN GENITORE RACCONTA

Sul set con Don Milani

Bernardo Baluganti insieme a Castellitto-Don Milani

Paterno (Vaglia),Giugno 1997.
La moto americana di grossa cilindrata si ferma rombando davanti al piccolo albergo di Paterno ed è subito circondata da un gruppetto di bambini che la osservano con curiosità. I due turisti stranieri non possono fare a meno di notare gli abitini logori indossati dai piccoli e con un certo stupore chiedono loro se abitano lì e che cosa stanno facendo.

La risposta è unanime:"Stiamo girando un film!" Al che, i due, con un sorriso che non nasconde una certa compassione per i poveri derelitti, rimettono in moto il potente mezzo e continuano il loro viaggio.

Eppure, se avessero aspettato qualche minuto, avrebbero visto un pulmino bianco arrivare da una stradina sterrata. Fatti salire i bambini insieme ai loro genitori, il pulmino li avrebbe condotti a una località poco lontana di nome Cerreto Maggio, divenuta da pochi giorni il set principale di uno sceneggiato televisivo dal titolo "Il priore di Barbiana".

Tutto era cominciato come per gioco. Il primo provino, fatto così, tanto per fare. il successivo, più impegnativo, presso l'Hotel Demidoff di Pratolino. Finché, un giorno, la telefonata da Roma: 'Una bella notizia, suo figlio è stato scelto per una parte nel film sulla vita di Don Milani'. E l'avventura è iniziata.

Il primo giorno di riprese comincia un martedì, alle ore 19 a Firenze, presso un binario morto della stazione ferroviaria. Si gira la scena del ritorno in treno da Milano di don Lorenzo e i bambini dopo l'invito della signora Pirelli (quella dei pneumatici) ad una prima alla Scala. I ragazzi hanno già familiarizzato tra loro nei giorni precedenti, quindi l'atmosfera è quella di un gioco divertente. La sarta li veste, il barbiere acconcia i loro capelli alla maniera degli anni '50, l'aiuto regista rinfresca loro la memoria sulle battute della scena prevista. Intanto, alcuni camions hanno trasportato un'infinità di macchinari cinematografici, che hanno trasformato la zona in un sofisticatissimo set. All'interno di un capannone è situata una carrozza di un treno anni '50, circondata da fari sapientemente posizionati. Tutto è pronto e, dopo un'ora di pausa durante la quale la troupe e gli attori (compresi i nostri piccoli amici) si rifocillano, le riprese iniziano.

La scena viene ripetuta tante volte. Da lontano si sentono le voci dei registi, i toscani fratelli Frazzi, che dirigono i bambini nei gesti, nelle battute. Dopo un paio d'ore un'altra pausa, durante la quale i bambini, entusiasti, ci raccontano del loro amico "Sergio" (Castellitto).

Le riprese vanno avanti fino alle 3 dei mattino poi, finalmente, possiamo riportare i bambini a casa, stremati ma felici. Dopo questa prima giornata, altre ne seguiranno fino alla fine di luglio, quando le riprese avranno termine. (Nel frattempo i bambini gireranno anche al Teatro alla Scala di Milano e nel Parco dell'Uccellina).

Lo sceneggiato andrà in onda nel prossimo autunno, su RAI 2 e finalmente vedremo i frutti di quella che resterà comunque, un'esperienza indimenticabile.

Marilisa Cantini Baluganti

© il filo, idee e notizie dal Mugello, agosto 1997
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408