Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
PERSONAGGI

INTITOLATA AL SINDACO-SCRITTORE

LA BIBLIOTECA DI SAN PIERO A SIEVE

Ricordando Bargellini

Piero Bargellini nacque 100 anni fa e proprio in occasione del centenario della nascita il figlio Simone ha deciso di donare al Comune di San Piero a Sieve un quadro raffigurante il padre in mezzo agli amatissimi libri.

"Non mi aspettavo certo che il dono di un quadro potesse scatenare tutto questo", ha confessato candidamente Simone domenica 7 dicembre al termine della cerimonia in Villa Adami con la quale l'amministrazione comunale ha intitolato a Piero Bargellini la biblioteca comunale. Molti gli amici del "sindaco dell'alluvione" presenti a San Piero che lo hanno ricordato; la scrittrice Nicchia Furian Raffo traendo alcuni passi dal suo volume "Conoscere Bargellini" che ha la peculiarità di essere in gran parte una raccolta di brani dello stesso Bargellini, ne ha ripercorso la vita cominciando con una suggestiva descrizione del Mugello. Il prof. Ugo Berlozzetti ha invece sottolineato la grande opera di divulgatore di Bargellini ricordando la sua scelta di un rapporto forte con la scuola, il grande numero di volumi scritti spaziando in tutti gli ambiti del sapere, la sua instancabile opera di conferenziere, il peso e la funzione della rivista "Il frontespizio" nel periodo fascista ma anche dopo. L'avvocato Raffaello Torricelli ne ha ricordato la coerenza e la profonda fede e lo ha indicato come "una forza della natura" nell'insegnamento. "La Pira è stato un uomo che come nessun'altro ha saputo interpretare lo spartito della storia di Firenze, nella quale Bargellini ha giocato un ruolo insostituibile" ha proseguito Torricelli rilevando come oggi ci sia più bisogno di testimoni che di gente che parla e basta. La cerimonia ha avuto il culmine nel ricordo che di Bargellini ha fatto Geno Pampaloni che ha scelto di rileggere un pezzo scritto in occasione della morte dell'amico: la lettura è stata segnata da diverse pause dovute alla commozione, la stessa che gli ha impedito di terminare la lettura. Pampaloni ha paragonato Bargellini ad una centrale elettrica, ovvero una entità che produce senza interruzione, ne ha evidenziato la schiettezza che pervade ogni sua riga, ha ritenuto di cogliere ne "il frontespizio" i primi fermenti interni al cattolicesimo che poi sfoceranno nel Concilio. Il sindaco Mauro Dugheri, nel suo breve intervento conclusivo, ha raccolto la sollecitazione del prof. Barlozzetti che nel suo intervento aveva auspicato la nascita di un "Istituto Bargellini" per meglio conoscere la portata della sua opera, impegnandosi ad operare per essere il motore di una tale iniziativa.

Giacomo Ossadi

© il filo, idee e notizie dal Mugello, dicembre 1997

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408