Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
AMBIENTE E CULTURA

UNA MOSTRA DA “ESPORTARE”

IL BEL MUGELLO IN IMMAGINI

Foto di Antonio BarlettiOra quelle splendide immagini del Mugello più bello vanno portate ovunque. Ci conta Antonio Barletti, dopo il gran successo della sua mostra fotografica, 101 immagini incantate che sono state messe in mostra in tre diverse sedi, al Centro Commerciale Coop, a villa Pecori e nei negozi del centro storico. L’autore non può non essere soddisfatto: “La risposta è stata ottima ovunque: tanto interesse, tante richieste di riproduzioni, tanti libri acquistati, tante persone che hanno chiamato, tanti elogi: la gente ha ritrovato nelle immagini gli “scorci” della loro vita, hanno riscoperto un’identità sbiadita come se avessi stuzzicato il loro amor proprio”. 

L’elogio più gradito? “Quello di chi mi sottolineava il valore pittorico delle foto: “sembrano più quadri che foto, mi è stato detto, lei è il pittore della fotografia: evidentemente c’è un gioco di luci, un equilibrio, una scelta di inquadratura che richiama l’arte pittorica. E questo conferma un’idea che ho sempre avuto, quello di abbinare il Mugello che ho visto io, con la pittura di pittori come Rontini, Rutilio, Pazzagli, il quale peraltro mi ha dato indicazioni, andando spesso insieme sui luoghi. Sarebbe davvero bello organizzare una mostra con questo duplice aspetto, pittorico e fotografico. E un altro elemento molto apprezzato nella mostra è stato il connubio con le citazioni letterarie”.

Mugello, la copertina del libro di Antonio BarlettiOra la mostra dovrebbe essere allestita a Firenze, poi a Villa Demidoff: “E’ un ‘pacchetto’ già pronto per la promozione del Mugello: ora sta agli amministratori locali utilizzarlo appieno, anche perché il mio viaggio fotografico rappresenta il Mugello a tutto tondo, non solo Cafaggiolo e Scarperia, ma anche i centri minori, anche la montagna, che ha il suo peso determinante nella fisionomia mugellana. Del resto quest’anno la nostra zona ha avuto diverse occasioni di fermento: il decollo di Bilancino, la riapertura di Cafaggiolo, questa stessa mostra. E’ insomma un momento da sfruttare, per una zona le cui potenzialità grandi vengono sempre più riconosciute. Diciamolo: siamo gli eredi di un mondo bello, che occorre valorizzare, e stare attenti a non sperperarlo in una generazione. E se nel passato recente sono stati fatti degli errori, degli interventi irrispettosi sul piano paesaggistico e ambientale, cerchiamo d’ora in poi di evitarli” Barletti insiste: “Si fanno vari gemellaggi, si va a tante Borse del Turismo, perché non mandare in giro, in Italia e all’estero, questa mostra di immagini del Mugello? Sarebbe uno strumento potente di promozione. Davvero mi auguro che questo materiale venga utilizzato, e non lasciato in un magazzino”.

Foto di Antonio BarlettiIl fotografo borghigiano in cuor suo conta in una maggiore sensibilità. Ora ad esempio è impegnato in una grande mostra sulle tre religione monoteiste, che si terrà al castello Visconti ad Abbiategrasso: “E’ strano che queste cose le facciamo in tutt’Italia e non in Mugello –abbiamo già una proposta anche dalla Regione Sicilia-. La mostra Viaggio nell’Islam la lanciammo già nell’82, oggi è un tema del quale si parla tanto, e sarebbe materiale che è ‘in casa’, a portata di mano: dovrebbero essere gli amministratori locali a cogliere questa opportunità. E invece in Mugello si fa molta fatica...”

 

 © il filo, Idee e notizie dal Mugello, novembre 2003

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408