Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
 ARTE- CULTURA

Borgo, scorcio paesano

di Carlo Betocchi

Quando la Vergine beata con San Lorenzo pregarono in cielo il Padre, perché questo paese fosse fatto a ridosso di Sieve, per ricovero de' buoni coltivatori che qui nel piano ci campavano e di quelli che avevano i mestieri a pro della campagna, in piazza di Zeti ci misero il cordaio, perché c'era pianura e c'è agevole il cammino: e il sellaio lo misero a cavalcioni della sua panca, con le selle a petto: e a ogni soglia, seduta, la trecciaiola.

Di più trovarono un buco per lo zoccolaio, e al bigonciaio gli fecero una stanzetta: ma d'estate c'era un'ombra buttata là, che per la strada ci potevano anche lavorare.

Ora chi arrivava lo salutavano: ma il primo ad arrivare era il sole, che scioglieva i gomiti e le ginocchia; quand'era arrivato, le finestre sbadigliavano a spalancarsi, e poi subito le facciate si dipingevano, e allora erano già rassettate.

Carlo Betocchi

dal Calendario dei pensieri e delle pratiche solari, Luglio 1923 di Betocchi-Lisi-Pregno-Bargellini

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408