Link alla Homepage
Menu


La copertina del mese
GLI ARTICOLI
arte e dintorni

DISPERSI I PREZIOSI VOLUMI DEL BOSCO AI FRATI

La biblioteca esiliata

 

M’imbattei, per la prima volta, in modo del tutto casuale, in un libro che recava la dicitura “libreria di San Bonaventura del Bosco del Mugello”, negli anni settanta, fra gli scaffali della biblioteca dell’Istituto Tecnico per Geometri, Gaetano Salvemini,in Firenze, dove studiavo. Era un trattato di geometria euclidea. Ponderoso nelle dimensioni, recava delle raffigurazioni grafiche sui teoremi dei triangoli e di altre figure e solidi geometrici. L’iscrizione, sulla probabile provenienza del volume, la trovai annotata sulla prima pagina: quella subito dietro la copertina, in quel caso telata, per intendersi.

Ebbene, seppi poi, che, non uno ma diversi di quei libri, forse una cinquantina, tutti di tema scientifico, erano in dotazione a quell’Istituto da oltre cento anni. Con quella datazione, ma provenienti da altri luoghi, c’erano anche altri volumi. Ed appunto, per risaltarne la peculiarità, sarebbero stati opportunamente censiti e riordinati in modo adeguato. Finii la scuola e non ebbi occasione di approfondire la questione. Ne riparlai anni dopo, con un gruppo di amici. In un’assise che, sulla base di sinceri proseliti per la storia e la cultura del proprio paese, intendeva proporre all’attenzione della cittadinanza alcuni temi in materia. Fra questi ci fu quello della biblioteca del Bosco ai Frati.

A questo punto, mi traggo da parte. Lascio il campo alla testimonianza di chi, per tanti anni, ha retto le sorti di quel Convento: Padre Ivo Celso Nottolini. E, sono sicuro di fare cosa gradita ai tanti che lo hanno conosciuto ed ancora lo ricordano. La descrizione riportata di seguito, è datata 23 marzo 1993. Raccolta, per memoria e voce di Padre Nottolini, dal compianto, amico, Primo Lascialfari.

 “… dalla biblioteca di Cosimo il Vecchio dei Medici, che egli stesso fondò al Bosco ai Frati nel 1438, arricchendola di tante centinaia di grossi volumi, molti di testo unico, scritti dai migliori autori delle varie epoche passate. Dopo la metà del 1700 di questa ben fornita biblioteca iniziò la decimazione delle opere. I 18 codici che vanno dal 1000 al 1500 si trovano alla biblioteca Laurenziana – dove ho potuto constatare più volte, che godono del massimo rispetto. I libri Corali, si trovano alla biblioteca di Michelozzo a San Marco – anche questi sono rispettati e protetti. I su detti – 18 Codici e i libri Corali – furono prelevati a nome e per conto del Granduca Pietro Leopoldo, da Monsignor Bandini, della Diocesi di Fiesole. In seguito furono prelevati dalla biblioteca del Convento – dopo la soppressione del 1866 – un numero imprecisato di libri (alcune decine) così come non è possibile sapere chi fece il trasferimento. Presso la biblioteca Geometri Salvemini, Via Giuseppe Giusti, erano molti libri di matematica e altre materie, tra i quali un tomo d’una Bibbia del 1500.

Questo il ricordo di Padre Ivo Celso Nottolini. La storia prosegue, per la parte che concerne i volumi ricevuti all’Istituto Tecnico per Geometri, di Firenze. Ad opera di un valente curatore bibliotecario, Renato Delfiol, i volumi della ”libreria di San Bonaventura del Bosco in Mugello”, vennero catalogati. Sono cinquantuno ed oggi fanno parte della Fondazione Scienza e Tecnica, riconosciuta legalmente, presso la sede dell’Istituto per Geometri di Via Giusti, in Firenze. Che dire. Da una parte appare la serietà, indubbia, per la sicura e competente sistemazione.

Dall’altra prevale il sentimento di chi, come me, assiste impotente alla spoliazione di tanti beni artistici e culturali per vederli accentrare in luoghi che sovrabbondano di queste testimonianze. E non m’illudo di poter sovvertire questa tendenza. Rimane un’ultima considerazione. La consolazione che questi libri, seppur distanti, faranno sempre parte del Mugello. Chi li aprirà sappia che sono quelli di una grande biblioteca. Quelli, della ”libreria di San Bonaventura del Bosco in Mugello”, della biblioteca esiliata.

 

Gianni Frilli

 

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, luglio-agosto 2009

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408