Link alla Homepage
Menu


La copertina del mese
GLI ARTICOLI
testimonianze

Calcutta, resoconto del viaggio

 

Anche quest’anno come da ormai da tre anni, siamo tornati a Calcutta per 17 giorni,  dal 23 gennaio al 9 febbraio, per una esperienza di volontariato nei centri di Madre Teresa e per verificare vari progetti finanziati gli anni scorsi nei villaggi intorno di Calcutta.

Il gruppo, formato da 18 persone provenienti da più parti d’Italia si è subito compattato intorno a Cristiano e Agnese – diversabili in carrozzina –, che hanno partecipato a questa avventura.

Oltre a fare servizio nei vari centri di Madre Teresa, il viaggio è stato caratterizzato, oltre che da un paio di giorni di pioggia a Calcutta (e non è facile immaginare cosa accade a Calcutta quando piove...), dalla visita, suddivisi in due gruppi, a vari villaggi sul delta del Gange.

E’ stata un’esperienza molto bella, sotto vari punti di vista, a cominciare dal rapporto con la gente, con i sacerdoti e le suore, con un’accoglienza davvero speciale, e con tante attenzioni squisite nei confronti di Agnese e Cristiano, con i bambini che non avevano mai visto persone in carrozzina e che non si staccavano dai nostri due amici. Per non dire degli ambienti molto belli, le risaie, le foreste, e cieli stellati incredibili.

Abbiamo visitato, tra gli altri, i villaggi di Rangamatia (dove nei due anni precedenti con un contributo totale di € 3.000, si è potuto costruire ex novo e ristrutturare alcuni locali, che oggi possono accogliere una chiesa, un ostello per le suore e i bambini, una cucina, docce e bagni, una vasca di raccolta acqua e per lavare tutto –abiti, bambini, suore, mucche-, e dare così la possibilità a circa 150 bambini di villaggi limitrofi –distanti circa 10-15 km– di pernottare lì, raggiungere e frequentare al mattino la scuola statale, e nel tardo pomeriggio il doposcuola), Bagdubi (dove abbiamo lasciato l’anno precedente € 1.500 per la costruzione di un nuovo pozzo e una vasca, la costruzione di doccia e W.C., di una cucina riparata e di una stanza per far dormire i bambini), Sahebdanga (un villaggio di tribù Santali, discriminati dai bengalesi a cominciare dalle scuole, e per questo la Diocesi di Asansol ha realizzato e gestisce 12 asili, dove i bambini, imparando la lingua bengali possono meglio inserirsi.  

A Sahebdanga al momento ci sono 135 bambini nell’ostello-asilo, di questi 43 vanno alla scuola media. Essi siedono sul pavimento mentre studiano, e i bambini non hanno luoghi dove tenere le loro cose. Cristiano oramai da tre anni contribuisce al sostegno di questo progetto: hanno costruito la cucina, il piazzale antistante, il pozzo con la vasca circostante per lavarsi, hanno comprato gli arredi - panche, banchi, scrivanie, armadietti – per l’ostello. Quest’anno ci è stato chiesto un contributo di € 1.200 per l’acquisto di divise scolastiche per i bambini e per continuare a d acquistare altri arredi - panche, banchi, scrivanie, armadietti – per nuovi bambini che continuano ad aumentare), Talit (un villaggio da poco costituito, dove manca tutto. Intanto, con il nostro contributo è stata programmato: l’acquisto di una pompa sommersa e la costruzione di tubazione per portare l’acqua nell’ostello dei bambini; l’acquisto di panche, tavoli, scrivanie e armadietti per i bambini; la costruzione di 8 toilets per l’ostello. Padre Wilson ci ha detto che nell’arco di pochi mesi le autorità rilasceranno i necessari permessi così si è provveduto a lasciare la cifra di € 4.140, di cui una grossa parte, € 3.140, donata da Nicola Di Renzone e Camilla Zoppi, che hanno rinunciato ai regali di matrimonio, destinando i fondi per aiutare i bambini dell’India).

Infine ci siamo affacciati anche sull’oceano Indiano a sud del delta del Gange, dove nell’acqua calda dell’oceano mettiamo a bagno-maria Cristiano e Agnese.

Un’esperienza bellissima, per tutti.

 

Antonio D’Alessandro

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, marzo 2008

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408