Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Storia

PICCOLE STORIE MUGELLANE

San Giovanni, la camomilla
e i Baggiani di San Cresci

La raccolta della camomillaChi non ci crede vada a rovistare nell'archivio storico della Pieve di San Cresci in Valcava e più a ritroso nell'archivio della Curia Arcivescovile di Firenze così scoprirà che i Baggiani, tutti i Baggiani, contadini a San Cresci nel podere "Ontaneta" delle Nobili Signore Montalve (ora dell'Università di Firenze) sono lì da quasi 600 anni! E tutti gli anni prima della ricorrenza di San Giovanni, rispettando una secolare tradizione eccoli ad ospitare gli amici per raccogliere nei loro campi perfettamente tenuti (sembrano giardini) i migliaia di profumati tralci della camomilla. Quella vera. Però bisogna raccoglierla prima della ricorrenza di San Giovanni (24 giugno) cioè il 23, la vigilia, e non prima di essersi bagnati la fronte nelle acque del più vicino torrentello: in questo caso il Rio della Morella sotto Montazzi. Ormai giugno è alle spalle da diversi mesi, la profumata camomilla è già secca e pronta all'uso nei vasi di vetro; e i Baggiani sono felici. Su questo magnifico mese (giugno) c'è un detto che dice:

"Giugno forte tutto d'oro

che cos'hai nel tuo tesoro!

Reco i frutti del lavoro

promozioni e messe d'oro

pesche, fragole, susine, gigli, rose senza fine

lampi, tuoni, arcobaleni

giorni lunghi e notti belle

mare lucciole e tante stelle ".

 

E un arrivederci all'anno prossimo.

Aldo Giovannini

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, ottobre 2001
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408