Link alla Homepage
Menu

Copertina mese di ottobre '08
La copertina del mese
GLI ARTICOLI
testimonianze

LA CASA "DON TONINO BELLO", AI CAPPUCCINI

Accoglienza alla casa francescana

Oggi è una giornata come tante altre alla Casa di accoglienza Don Tonino Bello, situata vicino al Convento dei Frati Cappuccini di San Carlo a Borgo San Lorenzo, della quale attualmente io e Gianluca, appartenenti all’Ordine Francescano Secolare,  siamo i responsabili.

Già da alcuni giorni sono ospiti un gruppetto di bambini di una casa famiglia, dieci per la precisione, che provengono da Milano e che anche lo scorso anni passarono un periodo di vacanza qui da noi. I bambini rallegrano la nostra casa e sono una costante: gruppi di scout, lupetti o reparto, gruppi parrocchiali, gruppi che vengono in ritiro per prepararsi ai sacramenti, gruppi dell’Azione Cattolica, gruppi di famiglie che trascorrono qualche giorno in Mugello alla ricerca soltanto di tranquillità per ricaricarsi prima di tornare alle loro ordinarie attività.

La varietà delle persone che sono ospiti nella nostra casa è uno degli aspetti più stimolanti perché entriamo in contatto con persone provenienti da realtà cattoliche, ma anche da regioni e località diverse, una ricchezza di carismi, chiamate, abitudini, dialetti, ma anche uno spaccato sui giovani, su come cambiano le modalità di vivere l’impegno della fede, le modalità di rapporto nei confronti delle persone con le quali si rapportano e l’atteggiamento nei confronti delle cose che utilizzano durante la loro permanenza. Dal nostro punto di osservazione che è situato strategicamente al piano superiore della Casa Don Tonino Bello, ne vediamo di tutti i colori e da qualche tempo un po’ per esigenze reali, un po’ per desiderio nostro, al termine di ogni “campo” mentre rimettiamo a posto la struttura affinchè sia disponibile per il gruppo successivo, abbiamo preso l’abitudine a dare “i voti” in base a semplici elementi rappresentati dal comportamento generale del gruppo (rispetto per gli orari di veglia e di sonno, capacità da parte degli educatori di tenere impegnati i ragazzi, disponibilità a fare servizio al Villaggio San Francesco, ecc..) e alla loro cura nei confronti dell’ambiente sia interno che esterno. Questo non serve soltanto per dare un giudizio fine a sé stesso, ma anche per capire meglio questi nostri ragazzi sia che passino per un fine settimana, sia che trascorrano con noi una o più settimane, sono portati a lasciare un segno tangibile della loro presenza. Inoltre anche noi che abbiamo un ruolo di accompagnamento ma anche di custodia rispetto alla Casa Don Tonino Bello, stiamo imparando il modo migliore per comportarci con i gruppi, facendo sì che il soggiorno sia il più possibile confortevole per loro ma anche per coloro che verranno dopo.

Noi insieme alla nostra Fraternità che collabora condividendo con noi lo stesso spirito francescano di semplicità, cerchiamo di offrire un’ospitalità che sia confortevole e di valorizzare l’ambiente che abbiamo a disposizione non tanto per concorrere con le altre strutture ricettive della zona, il nostro non è un tentativo di guadagnarci più “stelle”, ma piuttosto perché crediamo nella sacralità dell’ospitalità, rispondendo ad un preciso dettame evangelico: “…Ero forestiero e mi avete ospitato…” (Mt. 25,35) ripreso anche dai nostri scritti francescani, “Il Signore ama il pellegrino e a lui provvede vitto e vestito. Infatti, si reputano fortunati coloro dai quali questi servi di Dio accettano il dono dell’ospitalità”. (FF.2225). “Come il Padre vede in ogni uomo i lineamenti del suo Figlio, Primogenito di una moltitudine di Fratelli, i Francescani secolari accolgano tutti gli uomini con animo umile e cortese, come dono del Signore e immagine di Cristo “(Art.13 Regola OFS).

E mentre i gruppi di bambini apprezzano il bosco e il grande prato dove si possono organizzare tutte le attività più divertenti oltre a momenti impegnati di deserto e riflessione personale, i gruppi di adulti che accedono alla casa (francescani, neocatecumenali, focolarini, parrocchie, ecc..) prediligono il vantaggio della vicinanza alla Chiesa con la quale appunto la struttura confina, per partecipare ai momenti liturgici organizzati quotidianamente dalla comunità dei Frati (le lodi e la Messa delle 6,30 e delle 7) i Vespri (alle 19), la Messa domenicale (che si celebra alle 11,30), oppure organizzandosi in maniera autonoma per celebrare la S.Messa nella Cappellina attigua alla Casa e messa a disposizione su richiesta.

Molti dei gruppi ospitati approfittano anche della collocazione geografica della Casa per andare a visitare Firenze oppure per trascorrere una giornata a Barbiana, seguendo le tracce di Don Lorenzo Milani. Altri quando arrivano quassù non sanno chi era Don Tonino Bello, il Vescovo di Molfetta scomparso più di dieci anni fa, che ha lasciato con i suoi scritti una testimonianza molto forte per tutti i credenti e in particolare per i terziari francescani al cui Ordine egli stesso apparteneva, altri ancora, soprattutto se provengono da regioni o città diverse, non conoscono la realtà del Villaggio San Francesco ed è nostra cura spiegare loro dove si trovano, quali realtà compongono il Villaggio e l’importante figura del suo fondatore, Padre Massimo da Porretta, così da inserirli nel contesto in qualità di abitanti e non soltanto di ospiti.

Molto apprezzato è il servizio che alcuni gruppi offrono all’interno del Villaggio facendo attività di animazione con gli anziani della RSA o con i disabili della Sant’Elisabetta o presso le altre Case che compongono il Villaggio. Questo è, oltre che un prezioso servizio a vantaggio dei nostri Fratelli anche un modo per sentirsi parte attiva del Villaggio stesso e anche per offrire al mondo una testimonianza dell’impegno che i giovani sono in grado di vivere, stravolgendo i luoghi comuni e il modo di pensare che li vede spesso in un’ottica negativa. Confidiamo che sentirsi parte di un insieme li aiuti a mantenere un legame con il Villaggio o anche semplicemente ad avere un ricordo più intenso di questi momenti.

                                                                                                         Maria Magherini

Più di mille persone in un anno

La Casa Don Tonino Bello, casa di educazione alla Pace, al Servizio e alla Spiritualità Francescana fa parte del Villaggio San Francesco, in località Senni a Scarperia.

Fu inaugurata nell’aprile del 2002, dopo accurati lavori di ristrutturazione che hanno conferito l’attuale aspetto all’originario fienile. 

La Casa è il luogo dove si ritrova la Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare di San Carlo, per i suoi incontri periodici del martedì durante tutto l’arco dell’anno, per i ritiri spirituali e per le più varie attività della Congregazione e del Villaggio San Francesco.

Ma oltre a ciò è anche la casa che ospita, in completa autogestione, tutti quei gruppi per momenti di ritiro spirituale o incontri di preghiera con i Frati dell’attiguo convento di San Carlo o soprattutto, che desiderano fare un’esperienza di servizio con gli Abitanti del Villaggio San Francesco e, infine, per tutte quelle realtà ecclesiali e non (ma comunque vicine alla Fraternità che ne condividono gli ideali di Pace e Solidarietà) e che necessitano di un luogo d’incontro per le loro attività.

La Casa ospita un massimo di 24 posti letto, suddivisi in 5 camere da letto di cui due al piano primo e le altre al piano terreno; ci sono inoltre 4 bagni (uno al primo piano e gli altri al piano terra) di cui uno per disabili, un refettorio che viene utilizzato anche per le riunioni, dove i gruppi possono svolgere le loro attività; una cucina per comunità, dotata di tutto il necessario, un ripostiglio e un giardino che si affaccia sull’entrata della Casa, oltre ad un ampio spazio esterno messo a disposizione dai Frati.

I dati del 2007 ci dicono che hanno fruito della Casa Don Tonino Bello  ben 54 gruppi per un totale di circa 1015 persone, senza considerare naturalmente l’utilizzo da parte della Fraternità francescana.

La Casa non ha né una quota fissa né una tariffa, ma si regge sulle offerte che liberamente i gruppi lasciano al momento della loro partenza.

Per prenotazioni ed informazioni:

055.8453813 -  e-mail: ofssancarlo@congregazioneterzordine.it

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, ottobre 2008

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408