Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
GLI ARTICOLI
ARTE

UNA IMPORTANTE “SCOPERTA” ARTISTICA A BORGO SAN LORENZO

La “Sacra Famiglia” di Galileo

La Sacra Famiglia di Galileo ChiniUn’importante opera ceramica chiniana –risalente all’epoca in cui la famiglia Chini doveva ancora trasferirsi in Mugello- sarà presto nuovamente visibile al pubblico. Si tratta della “Sacra Famiglia”, mattonelle ceramiche formanti un’opera larga 150 cm e alta 120, che verrà ceduta in comodato gratuito alla parrocchia di Borgo San Lorenzo dalla Fondazione ”Umberto I” di Borgo San Lorenzo, per essere collocata nell’oratorio di Sant’Omobono.

Questa importante opera d’arte finora è rimasta “nascosta” in un piccolo locale, adesso adibito a ripostiglio dell’istituto Chini in corso Matteotti, locale che in origine era una cappella dell’Istituto Umberto I, ideato e realizzato nei primi del ‘900 dalla famiglia dei conti Pecori Giraldi, come primo ricovero per i poveri vecchi del Mugello e le orfanelle del comune.

La cappella fu intitolata alla Sacra Famiglia e alla famiglia Chini fu affidata la realizzazione delle opere che la ornassero. Così, nel 1903, quando venne inaugurato il primo blocco le tante personalità presenti si complimentarono con Galileo Chini. In quell’anno non esistevano ancora a Borgo San Lorenzo le Manifatture San Lorenzo, in quanto nel periodo in cui iniziarono i lavori di costruzione dell’Istituto Umberto I, Galileo Chini con i cugini Chino e Guido, operava a Firenze alla Manifattura  “L’Arte della Ceramica”  fondata con Vittorio Giunti, Giuseppe Vannuzzi e Giovanni Montelatici e solo nel 1906, dopo divergenze con i soci di Firenze, Galileo e Chino ripresero la strada di ritorno per Borgo San Lorenzo, paese natio dei loro avi, dove avevano operato le prime tre generazioni di Chini, per fondare la nota Manifattura mugellana. Quindi, senza ombra di dubbio, questa “Sacra Famiglia” fu realizzata a Firenze nella sede dell’Arte della Ceramica in via Arnolfo. così come si è potuto leggere sul retro della prima “mattonella”, staccata sotto i nostri occhi da Maria Grazia Cordua e Lisa Lombardi della Gea Restauri, incaricate di eseguire questo delicato lavoro di distacco.

Foto Ungania. L'opera completa, in occasione dell'inaugurazione nel 1903Ma c’è un’altra scoperta, che impreziosisce l’evento. Rileggiamo la cronaca dell’inaugurazione dell’Istituto Umberto I, un lungo resoconto del prof. Antonio Giovannini pubblicato sul “Messaggero del Mugello” il 13 settembre 1903, e confrontiamola con la fotografia che l’avvocato Giuseppe Ungania scattò in quell’occasione.

“Sopra il piccolo Altare una Sacra Famiglia, dono ed opera pregevole di ceramica della Fabbrica Chini. È contornata da due gruppi di figure, vecchi e bambini, atteggiati a pietà e con espressioni che dal devoto fervore del vecchio che ringrazia la Provvidenza, vanno all’ingenua meraviglia del bambino povero che si sente accolto ed accarezzato. Galileo Chini con suo veloce pennello in un solo giorno fece questo affresco di 15 figure sopra un fondo di fogliame e fiori in alto, di un verde cupo e proprio all’età senile accasciata, ma riconfermata da speranza…opera che si fa ammirare a lungo e resta negli occhi e fa benedire la mano dell’artista che ha regalato questo valore d’arte all’Asilo e  gaudio all’occhio e allo spirito dè riguardanti -“.

Dunque la ceramica chiniana era contornata da un grande affresco, realizzato da Galileo, dedicato espressamente agli scopi dell’Umberto I, l’assistenza ai vecchi da una parte, e alle giovani orfane dall’altra, affresco che ora è quasi del tutto coperto da uno strato di intonaco imbiancato. Ma che ora si vorrebbe cercare di riportare alla luce –se si troveranno i necessari sponsor, trattandosi di opera certamente molto onerosa-, e magari staccare e rimuovere dall’ex-cappella, che il prossimo anno sarà utilizzato come aula dall’istituto professionale borghigiano, per salvaguardarlo e riunirlo alla parte ceramica, restituendo così unitarietà a questa opera chiniana sconosciuta ai più.

Intanto si stanno preparando una serie di iniziative per la presentazione e la “riscoperta” della sacra famiglia: venerdì 13 e sabato 14 aprile, la Fondazione Umberto I con la collaborazione della Pieve di San Lorenzo, e dell’istituto “Chino Chini”, che ha promosso per gli studenti un concorso sul tema “La famiglia”, e con il patrocinio dell’amministrazione comunale, organizzerà due giornate, nell’Oratorio di Sant’Omobono e nell’Auditorium del Liceo Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo.

Aldo Giovannini

   

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, marzo 2007

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408