Link alla Homepage
Menu


La copertina del mese
GLI ARTICOLI
arte

Corella, restaurata la Pieve di San Martino

L’arcata robusta di una grande cisterna ed altri avanzi in filaretto di alberese, sono le ultime testimonianze della potente rocca di Belforte ancor oggi visibili nei pressi del valico che si apre sulla suggestiva vallata di Villore.

Era attraverso questo inespugnabile insediamento che i conti Guidi, signori feudatari dominatori della parte orientale del Mugello, controllavano l’intera area di Corella ed uno degli accessi più importanti verso la Romagna ed il nord dell’Italia.

Area ricca di storia dunque, quella di Corella, che insieme ad un notevole patrimonio naturale e paesaggistico, conserva importanti costruzioni del passato, come la pieve di San Martino le cui origini risalgono almeno al 1184, come si legge in una bolla di papa Lucio III.

Quest’antico edificio sorgeva allora più a valle, presso le rive del torrente, e solo verso la metà del 1780 si costruiva la pieve nel luogo, dove la vediamo oggi.

Dominata da un robusto campanile a torre, presenta un interno a tre navate scandite da archi a tutto sesto, con ampio presbiterio e due cappelle laterali.

Vanto del popolo di Corella, la chiesa conserva opere di scuola ottocentesca ed un dipinto datato 1646 di autore ignoto.

Numerosi gli interventi di restauro e consolidamento che si sono succeduti nel tempo, ad iniziare da quello operato dopo il disastroso terremoto del 1919 fino all’ultimo terminato poco tempo fa.

Da qualche tempo infatti, la chiesa non presentava più l’idoneità indispensabile all’officio delle varie funzioni, tanto da costringere i responsabili ad una temporanea chiusura.

Per oltre due anni, tanto è durato il periodo del restauro, don Remo Collini, parroco di Dicomano, ha dovuto celebrare la S. Messa domenicale nei locali del circolo MCL di Corella.

Alcune travi pericolanti sono state sostituite e la copertura del tetto è stata completamente risistemata. Terminati piccoli rimaneggiamenti dell’interno, la chiesa è stata integralmente restituita ai fedeli di Corella verso la fine di giugno, evento sottolineato da una festa solenne cui hanno partecipato anche i rappresentanti della diocesi fiorentina nella persona di Mons. Claudio Maniago che al termine della celebrazione eucaristica ha benedetto l’edificio disponibile ora per l’intera comunità.

Massimo Certini

 

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, agosto 2007

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408