Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Società - Temi sociali
COME CAMBIA LA POPOLAZIONE MUGELLANA

Tanti stranieri, vecchi e bambini

Recentemente è stato presentato a Borgo San Lorenzo dalla Conferenza dei Sindaci della zona socio-sanitaria Mugello il “Piano sociale di zona 2001”.

E’ un piano complesso che dà un quadro conoscitivo della situazione sociale dell’intero Mugello, ed esplicita poi gli indirizzi programmatici e le priorità. Riservandoci di affrontare in seguito questa parte (anche se magari c’è da notare che presentare il “Piano sociale di zona 2001” nella seconda metà di settembre del 2001, appare un po’ tardivo...), conviene soffermarsi sulla “fotografia” della realtà attuale che il Piano traccia, una fotografia ben fatta, esauriente, e soprattutto aggiornata.

Il Mugello degli stranieri

Il dato forse più significativo e sorprendente riguarda l’immigrazione. Ribadita la tendenza a un costante incremento della popolazione in tutti i comuni dell’area –fenomeno che dura ininterrotto almeno dal 1996- si scopre che la popolazione mugellana non aumenta grazie ai fiorentini che vengono a cercare migliore qualità della vita in Mugello, ma per l’immigrazione straniera: ben il 74,5% dei nuovi iscritti all’anagrafe nel 2000 sono state persone provenienti dall’estero. La popolazione straniera residente ha registrato un incremento pari al 24,4% dal 1999 al 2000 e al 31.12.2000 aveva raggiunto 1612 unità, con una leggera prevalenza del sesso maschile (52%), e con un 22,1% di minori.

Altro dato significativo è che il 62,7% della popolazione straniera proviene da paesi europei esterni all’Unione Europea: il 42,4% dell’intera popolazione straniera viene in Mugello dall’Albania, mentre il 13,1% sono africani, l’11,7% dall’UE, il 6% dall’America e il 6,4% dall’Asia.

Ancora, nota il Piano Sociale, il 78,5% proviene da Paesi in difficoltà: accanto al 42% dall’Albania, il 7,2% sono rumeni, il 5,4ù3% viene dal Marocco e il 3,4 dalla Somalia. Fra le persone provenienti dall’Unione Europea i più numerosi sono i tedeschi (5,5%)

Il Mugello dei vecchi e dei bambini

Altro aspetto sottolineato dal Piano è l’incremento del cosiddetto “indice di dipendenza”, costituito dal rapporto fra la popolazione in età 0-14 anni sommata alla popolazione anziana, e la popolazione in età 15-64 anni. E’ insomma il rapporto fra le fasce di età più deboli (ragazzi e anziani), che sono a carico della sempre più residua popolazione “produttiva.

Così in Mugello si nota un indice di dipendenza molto elevato, altamente al di sopra della media regionale, e che assume valori elevatissimi nei comuni di montagna (San Godenzo raggiunge il 69,09, Firenzuola il 65,24, ma con valori elevati anche nei comuni della piana: San Piero a Sieve è al 53,29 e tutti superano il valore 50, con incrementi sensibili negli ultimi sei anni.

Il Piano segnala inoltre che “le persone che vengono a risiedere nella nostra zona sono prevalentemente famiglie giovani con bambini, senza particolari radici con il territorio e quindi senza una rete parentale di supporto”.

Più stabile, complessivamente, l’indice di vecchiaia, grazie anche all’apporto della “giovane” immigrazione straniera. In Mugello gli ultrasessantacinquenni alla fine dell’anno erano 13.142 su un totale di 60.371 persone, pari al 21,74% della popolazione. Si conferma che la più alta presenza di anziani è registrata nei comuni più montani, San Godenzo, Firenzuola, Maradi e Palazzuolo, e che l’indice di dipendenza anziani è pressoché costante, o in leggero aumento, in tutto il territorio. Mentre nei comuni montani l’indice è molto alto, tra 40 e 50, il che significa che a una persona anziana corrispondono poco più di due persone in età produttiva (15-64 anni). Anche in questo caso i dati non sono omogenei: si va da Londa, dove la popolazione 0-14 anni è pari alla popolazione anziana, ai comuni dell’Alto Mugello dove a un bambino corrispondono 2,5 anziani. E in questi comuni sono presenti anche percentuali significative di ultra 85enni, dal 4 al 5% dell’intera popolazione.

il filo, Idee e notizie dal Mugello, gennaio 2002
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408