Link alla Homepage
Menu

Copertina del Filo di settembre
La copertina del mese
GLI ARTICOLI
editoriale

Un "settembre giovanile"

ogni mese

Non ce ne vogliano gli organizzatori. Ma di “settembre giovanile” ce ne vorrebbero... dodici, uno al mese! A parte la battuta, è indubbio che l’evento che si sta svolgendo nel Centro Giovanile di Borgo San Lorenzo è di grande rilievo, e mostra piste interessanti nel difficile campo del mondo dei giovani. Non crediamo che il successo dipenda essenzialmente dal fatto che siamo alla cinquantesima edizione, o che si tratta della diciottesima Olimpiade Mugellana. I ragazzi badan poco alle ricorrenze. Evidentemente c’è un clima positivo, c’è un appeal. Del resto non sono frequenti le occasioni dove così tanti giovani, diversissimi tra loro per età, insieme a tanti genitori, e a un buon numero di organizzatori, si ritrovino per giorni e giorni.

I soliti critici diranno che non basta certo un settembre giovanile per dare risposte alla emergenza educativa, ai tanti fenomeni di bullismo, di noia esistenziale, di preoccupante superficialità che talvolta affiorano nel mondo degli adolescenti.

E’ vero, non basta, ma è pur sempre un esempio da seguire, un esperimento da incentivare, una modalità da consolidare. Si prenda il numero crescente di adulti, soprattutto genitori, che danno la loro disponibilità come volontari. Lo fanno per i loro ragazzi, lo fanno forse per sentirsi utili, lo fanno per dare risposta a un bisogno positivo di compagnia, per il gusto di lavorare insieme. Non è mica poco!

Magari si dovrebbe comprendere che questa spinta ad impegnare i ragazzi, l’impegno a rispettare le regole, a darsi da fare, a far gruppo, a spendere tempo ed energie per un obiettivo condiviso, varrebbe la pena estenderla, renderla meno episodica, magari anche più profonda, andando oltre il gioco e lo sport ma seminando anche altri interessi, altre attrattive, altre sollecitazioni. Perché il demone della noia e dell’ozio –che come dicevano gli antichi è padre di ogni vizio, e di molte sciocchezze che oggi taluni ragazzi fanno- è insidioso e si insinua in tutti gli spazi vuoti, nelle solitudini, negli smarrimenti giovanili, nell’incapacità di porsi le domande fondamentali sul senso della vita.

L’energia che si sprigiona in questo mese dal Centro Giovanile, la scoperta che i ragazzi, se li solleciti positivamente, rispondono, dovrebbe spingere allora tutti, la parrocchia e gli educatori in primis, ma anche gli stessi genitori, a convincersi che sarebbe un enorme investimento metter ancor più insieme le forze, costituire una rete educativa-ricreativa-sociale-sportiva, con la quale moltiplicare le opportunità per i nostri ragazzi. Non è un caso che a San Piero lavorino su questo obiettivo, con l’intento di aprire anche lì un oratorio. E a Borgo lo spazio c’è, e c’è una tradizione. Talvolta sembra mancare la convinzione, quasi che fosse troppo difficile. No, la comunità cristiana locale deve rendersi conto –e ne ha dimostrazione ogniqualvolta si muove e intraprende- che essa rappresenta anche un importantissimo soggetto sociale, un punto di riferimento ancora importante per tantissima gente: della parrocchia la gente –tanta, non tutta- si fida ancora e la considera come il luogo educativo più naturale per i propri ragazzi. Su questo occorrerebbe puntare. Senza contare poi che, in una tale dinamica –e nella logica che è “dando che si riceve”- a trarne benefici diretti non sarebbero solo i ragazzi, ma anche gli stessi adulti. Li abbiamo visti, in questi giorni,  i volti e gli occhi delle centinaia del centro giovanile: se i ragazzi erano contenti, ancor più contenti parevano gli adulti, genitori e organizzatori.

E creare comunità, avvicinare cuori e intelligenze, cooperare, imparare il gusto della gratuità è una strada favorevole, un’occasione importante per favorire l’incontro con Chi dà senso e direzione alla vita dell’uomo. Non dovremo dimenticarcelo.

il filo

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, settembre 2008

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408