Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Dibattiti - Editoriali

L'EDITORIALE DI APRILE/MAGGIO 2001

Un voto difficile

Non hanno torto i Vescovi italiani quando invitano a non "cedere ad un atteggiamento di disprezzo o di presunta irrilevanza dell'attività politica, che rimane fondamentale per il perseguimento del bene comune e che richiede l'attenzione e la convinta partecipazione di ogni cittadino, compreso l'esercizio del voto.".

Perché quel che abbiamo davanti agli occhi indurrebbe a tutt'altra reazione. Il "mercato" indescrivibile delle candidature, gli insulti, il vuoto assoluto di programmi credibili, spesso omogeneizzati e "tutti uguali" nelle enunciazioni teoriche, inviterebbero a mandar tutti a quel paese.

Sarebbe però solo una reazione emotiva, e assolutamente non costruttiva. E allora proviamo a ragionare, pacatamente.

Primo: perché non provare a non votare "contro", ma a scegliere "per"? Purtroppo per molti versi siamo ancora a questo livello. Quanti sono coloro che voteranno Ulivo solo perché non sopportano Berlusconi, e quanti il centro-destra contro i comunisti? Tanti, temiamo. Il risultato è che ci troviamo sempre più di fronte a schieramenti eterogenei, con forze che stanno insieme per convenienza e per non far vincere gli "altri", più che per condivisione di obiettivi e progetti.

Secondo: cerchiamo coerenza. Non ne possiamo più di chi ieri ci raccontava -vi ricordate- che il maggioritario avrebbe risolto tutti i problemi ed ora si lamenta di questo "mercato delle vacche" pur continuando a farne parte. Qualcuno dovrebbe cominciare a chiedere scusa. Perché un livello così basso di finta democrazia non lo si era mai toccato. E questa strada porta dritta al baratro.

Terzo: occorre ricordare che per un credente non tutte le scelte sono uguali. Vi sono partiti che hanno, più o meno esplicitamente, atteggiamenti contrastanti con quella che è la visione cristiana dell'uomo e della società. Vita -bioetica, aborto, eutanasia, ambiente-, famiglia, libertà di educazione sono elementi di fondo che non possono non essere considerati quando si tratta di scegliere candidati e partiti che saranno chiamati a stabilire norme non solo sui regolamenti di condominio, ma anche su temi essenziali per una crescita sana della società in cui viviamo. Vi sono schieramenti che soddisfino in pieno, circa la tutela e la promozione di questi valori? Difficile poterlo affermare. Ma dare forza a chi -partiti e candidati- cerca di impegnarsi in politica facendo esplicito riferimento alla storia e al patrimonio ideale del cattolicesimo democratico non crediamo sia un atto che guarda indietro, bensì una scelta comunque positiva, nella convinzione che queste idee e questa visione della vita, anche se su terreni sempre più difficili ed ostili, abbiano ancora molto da dire e da offrire. Cercando di vincere la tentazione -alla quale purtroppo abbiamo spesso assistito- all'appiattimento e all'inconsistenza, di chi mette la sordina ai valori e ai temi che dovrebbe avere più cari, per non dispiacere l'"alleato". E dando spazio così a posizioni cultural-politiche radical-laiciste e anticattoliche.

Quarto: il mondo non finisce con le elezioni del 13 maggio. Per questo occorre che tutti coloro che avvertono il crescente disagio di fronte a una politica sempre più "lontana" e priva di valori e serietà, cerchino vie d'uscita positive. Che poi sono le solite, quelle dell'impegno disinteressato, del rimboccarsi le maniche, del buttare a mare personalismi e ruggini del passato per ritrovarsi a pensare, elaborare, studiare, discernere, proporre, realizzare. Rispetto a questa esigenza, il passaggio elettorale, con le sue inevitabili contrapposizioni, finisce per rendere tutto più difficile. Ma per questo dobbiamo guardare già al dopo-elezioni. E, crediamo, anche la comunità cristiana dovrà assumersi maggiori responsabilità. Perché, alla fine, anche l'omissione è peccato, e mettere il silenziatore non impedisce alla pistola di far danno...

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408