Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
L'EDITORIALE - giugno 2006

Politica locale, rischio palude

Non pare davvero un bel momento per la politica. Nemmeno per quella locale. La partecipazione sembra essere ai minimi termini, e i nostri enti locali non fanno granché per favorirla e stimolarla. Così il fossato tra “palazzo” e società si sta allargando.

Le responsabilità non sono però solo dei politici. E’ vero: spesso gli amministratori hanno un concetto molto particolare della trasparenza: fanno vedere solo quello che conviene loro, cercano di nascondere tutto il resto. Ma il disinteresse, che spesso sconfina nel menefreghismo, cresce a tassi sempre più alti.

Ormai non si fa caso più a niente. Due esempi, che riguardano il comune di Borgo San Lorenzo. L’amministrazione comunale ha perduto, per negligenza, non avendo appaltato l’opera nei tempi dovuti ben un milione di euro. Erano soldi che la Regione le aveva concesso per realizzare sedici appartamenti sociali, per anziani e giovani coppie, al posto dei vecchi macelli Li aveva a disposizione dal 1999, non li ha utilizzati, li ha persi. E Borgo San Lorenzo si ritrova con sedici appartamenti in meno e un vecchio fatiscente rudere all’ingresso del paese.

Ancora: il comune di Borgo San Lorenzo paga da anni gli interessi su mutui contratti per opere pubbliche che però non ha neppure avviato. Uno sperpero incredibile, un’inefficienza che fa rabbia. Le notizie sono uscite sui giornali, l’opposizione lo ha detto. Ma non ci sono state particolari reazioni, e l’impressione è che la gran parte della gente neppure le sa queste cose. Eppure sono soldi di tutti. E tanti. Gli esempi potrebbero essere molti, e riguardare anche gli altri comuni mugellani: servizi scadenti o di facciata, incuria, ritardi, scarsità di iniziative, scelte urbanistiche quantomeno discutibili. Ma i cittadini mugellani sembrano non curarsene neppure. Distratti? Non interessati? Nauseati?

O forse hanno voce troppo flebile i partiti di opposizione, incapaci di farsi sentire, di organizzare una presenza costante, di tirare i giusti sassi nello stagno.

Francamente non abbiamo una risposta certa a questa situazione. Di una cosa sola siamo sicuri: che questa crisi della politica, questa crisi nella formazione delle giovani leve di una nuova classe dirigente, questa crisi della rappresentanza e della partecipazione è estremamente preoccupante. E tutti coloro che hanno a cuore la crescita della società civile dovrebbero porsi il problema e dare un contributo di idee e di azione. La cosa riguarda tutti. Compreso la Chiesa locale. Che però su questi temi appare titubante e perfino reticente. E’ vero: vi sono divisioni e distanze che ancora bruciano. Ma il silenzio e il far finta di nulla non è la soluzione. Solo un’azione coraggiosa di formazione e di educazione all’impegno potrà far superare le difficoltà e sanare le ferite. Offrendo un servizio, di idee, di valori, di energie, per tutta la comunità.

il filo

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, giugno 2006

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408