Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Natura
IL PARCO DEL FALTERONA "CRESCE"

Un sentiero nel parco

Marroneta in MugelloAll'ombra del Falterona sta crescendo qualcosa: sono le strutture che il Parco sta realizzando per qualificare l'accesso del suo versante fiorentino. Una delle più interessanti è il SENTIERO NATURA intitolato "La civiltà del castagno" e realizzato proprio nella frazione di Castagno d'Andrea, a S.Godenzo.

Il sentiero parte dal Centro Visita e si snoda dapprima per le vecchie vie del paese, oggi sostituite dalla viabilità asfaltata. attraversando luoghi significativi per la storia antica e recente della comunità di Castagno, come il luogo dove sorgeva l'oratorio di S.Spaziano (oggi completamente perduto) ove furono preparati gli Statuti comunali del 1441, o la frazione delle Prata di Sopra (detta anche La Fonte), che fu maggiormente risparmiata dalle distruzioni dell'ultima guerra, quando i tedeschi minarono tutte le case del paese per impedire agli alleati avanzanti di usarle per le truppe: Ia famosa tattica della terra bruciata davanti alle linee di difesa.

Usciti dall'abitato il sentiero entra nel tema con l'ingresso nelle bellissime marronete, in gran parte iscritte all'IGP del Mugello, il marchio di provenienza garantito dalla Comunità Europea e concesso appunto ai castagneti da frutto del Mugello. Si ammira quindi un paesaggio di grandi alberi, spesso secolari, da cui da sempre è dipesa la sopravvivenza delle genti della montagna. Chi non ricorda il detto "pan di legno e vin di nugoli"? Polenta di farina di castagno e acqua erano il minimo indispensabile per poter superare inverni lunghi e vissuti nell'isolamento, magari con l'aiuto di un poo' di carne del maialino finito d'allevare coi marroni non venduti e non seccati nei seccatoi.

Ma la marroneta, in tutti i suoi aspetti, non è l'unico elemento che si trova lungo il sentiero: anche l'antica attività della pastorizia, un tempo estremamente importante (basti pensare che ancora nel dopoguerra le pecore a Castagno d' Andrea si contavano a migliaia) è ben documentata. Il sentiero passa infatti vicino ai resti di un vecchio stazzo per il ricovero delle pecore in marroneta e nell'ultimo tratto segue esattamente il percorso che un tempo i pastori facevano per la transumanza, e di cui sono ancora visibili alcuni tratti delimitati da pietre rizzate. Infatti ai lati del sentiero venivano rizzate le pietre per impedire alle pecore di uscire a brucare l'erba del proprietario della marroneta attraversata, arrecando così un danno per quei tempi grave, al punto che persino i vecchi statuti lo regolamentavano e ne stabilivano lc sanzioni.

Il sentiero natura è quindi un modo per tuffarsi sì nella natura, ma ritrovando anche tutta la storia e le sofferenze delle popolazioni che quellambiente ci hanno tramandato. Esso sarà ufficialmente inaugurato, alla presenza delle autorità del Parco Nazionale e degli Enti Locali, il 26 Settembre, in occasione della manifestazione "Puliamo il mondo", promossa da Legambiente in collaborazione coi Comuni.

Insieme al sentiero verrà inaugurata anche la nuova sistemazione della strada che da Castagno d'Andrea raggiunge la Fonte del Borbotto, a 1200 metri, sotto la faggeta ove comincia il Parco. Lungo la strada, infatti sono state create due aree di sosta con griglie, un parcheggio ed alcune piccole aree solo con tavoli, per rendere la permanenza più confortevole ai turisti e per allontanare un poco la grande massa estiva delle automobili dalla zona della faggeta, che è una delle più sensibili del territorio protetto.

Aumentano quindi le possibilità di una sosta confortevole e siamo certi che i visitatori sapranno apprezzare questo fatto, che li dovrebbe ripagare del piccolo sacrificio di fare a piedi gli ultimi 500 metri per la Fonte del Borbotto.

Paolo Bassani
Osservatorio Naturalistico Mugellano

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, agosto-settembre 1999
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408