Restaurato il dipinto di S. Antonio da Padova. Il 14 maggio la presentazione

SPaS - dipinto Sant'Antonio

SAN PIERO A SIEVE – Da molti anni l’interno della pieve millenaria di San Piero a Sieve conservava una tela dipinta, che per la sua opacità rendeva difficile interpretare il significato della scena rappresentata (articolo qui). Appariva chiaro che tre personaggi, appartenenti ad ordini religiosi, due francescani e un domenicano, dialogavano tra loro e con Gesù Bambino: ma non erano visibili i particolari per l’individuazione degli attori, ad eccezione di S. Antonio da Padova, che dava il nome all’altare dove si trovava. Era evidente che un accurato restauro avrebbe reso più comprensibile l’opera d’arte e avrebbe valorizzato ancora di più il patrimonio storico della pieve, che si avvia a celebrare il suo millesimo compleanno (articolo qui). Con questo intendimento l’associazione Mani di Donna si è fatta promotrice di raccogliere le risorse necessarie per affidare alle mani esperte di un restauratore il compimento dell’opera. La scelta è caduta su Elisa Marianini, che in breve tempo e molta abilità, ha reso perfettamente comprensibile e visibile fin nei minimi particolari questa interessante opera d’arte del secolo XVII di autore ignoto. Per meglio apprezzare l’accurato restauro effettuato la Marianini presenterà alla cittadinanza il lavoro eseguito e ne descriverà le curiosità sabato 14 maggio alle ore 16.00 presso la saletta parrocchiale della pieve di San Piero a Sieve.

Gianfranco Grossi
Comitato 2012
© Il Filo – Idee e Notizie dal Mugello – 9 maggio 2016