Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Dibattiti - Lavagna

QUALCHE DUBBIO

Borgo, la città dei fuochi

A chi non piacciono i fuochi d'artificio? Fanno la gioia dei piccoli -per molti sono le prime occasioni per far tardi fino a mezzanotte-, ed anche i grandi restano incantati dai giochi multicolori.

Ma a Borgo San Lorenzo degli spettacoli pirotecnici da qualche anno c'è perfino l'inflazione: ben tre, nel giro di neppure un mese.

Frutto, in parte, delle divisioni della politica: prima c'era il vecchio PCI che chiudeva tradizionalmente le sue feste dell'Unità con raffiche di girandole e fuochi d'artificio. Poi dal divorzio tra compagni è nata Rifondazione che nella sua festa non ha voluto rinunciare al gran finale pirotecnico. Infine è giunto il comitato di San Lorenzo -qui la politica c'entra poco- che insieme al liscio e alla gastronomia ha pensato bene di rispettare anche a Borgo la tradizione che vuole i fuochi per la festa del patrono.

Meglio tre che niente, dirà qualcuno. Può darsi. Certo, a pensare a quanto costano pochi minuti di luci multicolori -basti dire che lo spettacolo pirotecnico sul lago di Bilancino costa più di 30 milioni- qualche dubbio viene. E magari il patrono -che prima di essere martirizzato col fuoco si curava dei poveri e dei bisognosi- sarebbe più contento se i fondi raccolti in suo nome finissero indirizzati in scopi meno effimeri.

Poi si è notato che gran quantità di fumi producono questi spettacoli? Son fumi che fanno bene all'aria e all'ambiente?
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408