Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Dibattiti
DIETRO LA LAVAGNA - 1

 

...MA COME SIAMO BRAVI...

Certi vizi sono duri a morire. Uno di questi, molto praticato in politica, è l'appropriazione dei meriti, lo sbandieramento del come siamo bravi. Si legga questa prosa, di un comunicato del Partito dei Comunisti Italiani, zona del Mugello, diffuso nella seconda metà di agosto:

"La Pretura di Borgo San Lorenzo rimane: è questa la notizia importante per tutti gli abitanti del Mugello; a fronte della ristrutturazione dove gli organi competenti della magistratura avevano deciso la chiusura della pretura di Borgo San Lorenzo oggi attraverso la battaglia portata avanti dal Partito dei Comunisti Italiani e dal suo deputato eletto nel Mugello Marco Rizzo e con la fattiva collaborazione di tutte le forze progressiste del centro-sinistra è stato scongiurato questo disegno che aveva come scopo finale la chiusura della pretura". E si insiste: "Questo disegno è fallito grazie all'impegno costante del nostro partito il quale con i compagni presenti sul posto ha messo in atto questa azione in controtendenza, che ha portato oggi a questo risultato che è sotto gli occhi di tutti: la nostra partecipazione al governo del paese con l'impegno costante del compagno Ministro di Grazia e Giustizia Oliviero Diliberto è stata la molla che è riuscita a scardinare quest'azione che ripeto, sarebbe stata nefasta per tutto il comprensorio del Mugello".

Peccato che la realtà sia "leggermente" diversa: la Pretura, o meglio l'ufficio distaccato di Borgo San Lorenzo, della sede distaccata di tribunale di Pontassieve, è aperta solo per le cause vecchie, mentre per ogni nuova attività, si deve andare a Pontassieve. E non è vero che la soppressione sia stata decisa da "gli organi competenti della magistratura", bensì dal Governo, che ha stabilito gli accorpamenti e le soppressioni delle preture. Infine, a leggere il comunicato, sembra che gli uffici giudiziari a Borgo rimarranno in via definitiva. No, il decreto del ministro dà una proroga, fino al prossimo giugno.

Meno enfasi compagni. Altrimenti rischiate di assomigliare a certi onorevoli di altri tempi e di altri partiti.

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, agosto-settembre 1999

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408