Link alla Homepage
Menu


La copertina del mese
GLI ARTICOLI
ATTUALITA'

UN NUOVO SPAZIO PER I BAMBINI A BARBERINO

La ludoteca "Ambarabà"

A Barberino i bambini ora hanno uno "spazio" in più: è stata infatti inaugurata recentemente la ludoteca "Ambarabà", in corso Corsini 152: un'iniziativa di Rossella Razzi, animatrice di comunità, ed Elena Gobbi, esperta nutrizionista, che da tempo lavorano a un progetto ora diventato realtà. "E' un'esigenza prima di tutto nostra -spiegano- essendo noi stesse mamme, di parire uno spazio per i bambini, per giocare, divertirsi, socializzare, ma anche per i genitori e le famiglie della nostra comunità, sia per socializzare, esprimersi, giocare, per condividere, per consigliare, per capire e conoscere anche altre possibilità di essere genitori". Ecco allora il servizio articolato in ludoteca per bambini da 3 a 11 anni, un centro per le famiglie, con seminari e incontri, uno spazio per attività artistiche e motorie, sia per adulti che per bambini, e uno spazio per bambini diversamente abili.

Anzitutto la ludoteca, con giochi e giocattoli disponibili anche per il prestito, intesa come servizio educativo basato sulla relazione  adulto e bambino e gruppo dei pari. Ci saranno anche specifiche attività di animazione offerte da operatori specializzati.

"Ambarabà" si avvale infatti di diverse consulenze, medici omeopati, erboristi, consulenti famliari, psicopedagogisti, operatrici shiatztu, floriterapeuti, pedagogisti.

Gli spazi saranno messi a disposizione anche per feste di compleanno e non solo. Gli orari di apertura sono tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.30, mentre sabato e domenica la ludoteca barberinese sarà aperta per eventi aprticolari, seminari feste e compleanni.

E ricco è il programma dei corsi che saranno avviati nel 2007: acquerello steineriano, "magie del colore", "il francese attraverso la storia Le Petit Prince", balli etnici, animazione e gioco, una scuola di yoga, massaggio infantile, respiro consapevole, danza, ed esperienze di cinema.

Rossella Razzi spiega l'origine del progetto. "Sono molti anni ormai che il mio pensiero è rivolto alla ludoteca: mi immaginavo un luogo dove poter lavorare e nello stesso tempo poter stare vicino e giocare con il mio bambino.

Oggi con Elena, la mia attuale compagna di viaggio verso la realizzazione del sogno ludoteca, mi sento  più forte e capace di poter fare qualcosa di veramente valido per i bambini. La mia professionalità è maturata ed è grazie ad Elena che adesso ho preso consapevolezza di altri fattori importanti nella salute dell’uomo (bambino e adulto) ed ho finalmente un messaggio chiaro da trasmettere ai miei figli come mamma e ai bambini e genitori attraverso il mio lavoro; riflettere su  l’alimentazione smisurata e inconsapevole, l’abuso di farmaci sui bambini, i problemi ambientali ,la situazione di molti bambini che vivono un disagio in famiglia sia per problemi economici sia problemi di salute, la violazione dei diritti dei bambini,  mi ha fatto prendere coscienza che noi genitori molte volte siamo inconsapevoli di quello che veramente accade intorno a noi e a i nostri figli".

Anche Elena Gobbi racconta la sua esperienza: "da sempre sensibile alle problematiche sociali, eco-ambientali, rivolta al sostegno dei bambini in difficoltà, sono partita nella mia storia personale come esperta nutrizionista, poi sono diventata erborista e da qui per poter avere una visione più ampia dell’essere umano, non solo fatta di corpo, ma anche di spirito e anima ho conosciuto i Fiori di Bach e per tanto tempo li ho consigliati a chi si rivolgeva a me per un aiuto al risolvere il proprio disagio. Ad un certo momento della mia vita ho dato concretezza ad un sogno che era nato con me. Vivere in Africa: dopo una esperienza breve di un mese in Burkina Faso sono ripartita per un anno in Congo  dove ho svolto attività di volontariato in un ospedale pediatrico e centro accoglienza bambini abbandonati. E dove poi sono ritornata più volte. Esperienza devastante e arricchente nel contempo, ha cambiato la mia vita, ha rafforzato le mie idee e le ha completate, è nata da lì la voglia di riunire tutte le mie esperienze e competenze e donarle agli altri, auspicando che possano essere d’aiuto. Ha potenziato le mie contraddizioni, ma ha fatto riemergere convinzioni che stavano dimenticandosi in questa società portata al produrre e al guadagno personale e immediato, all’individualismo più sfrenato. Ho sentito l’esigenza di fare qualcosa, di dare il mio contributo per portare l’attenzione sulla necessità di rispettare e ascoltare coloro che sono vittime e sempre  penalizzati in ogni società: i bambini. I bambini sono la società del domani mettiamoci a loro disposizione per aiutarli a crescere felici, e avremo domani una società felice".

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, ottobre 2007

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408