Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
Società - Solidarietà

LE MISERICORDIE DEL MUGELLO

Accanto ai bisognosi, 
in ogni tempo

In mezzo alla nostra gente, ricordare San Sebastiano è ricordare la Misericordia.

La festa annuale del Santo Martire è sempre occasione per una festa di popolo. Si accorre volentieri alle varie sedi della Confraternita, per prendere il tradizionale panellino benedetto, per partecipare alla S. Messa, per stringersi attorno ai nuovi fratelli e alle nuove sorelle, per rinnovare l’impegno nel servizio di volontariato, per dire grazie di una presenza organizzata quale, appunto, la Misericordia.

La festa di San Sebastiano dell’anno 2000 si caratterizza per l’inizio di pubblicazione, nel mensile “Il filo”, di alcune pagine che riguardano la vita delle varie Confraternite presenti sul nostro territorio.

Auguro che anche attraverso questo strumento si moltiplichi lo scambio di informazioni e di collaborazione tra le nove Confraternite presenti in Mugello, e si approfondisca il legame tra esse e il nostro popolo.

E’ stato detto, da più parti, che nell’anno del Giubileo si “esalti il quotidiano”, cioè ci sia da parte di tutti un maggior impegno nelle cose di tutti i giorni.

La sfida del volontariato si gioca proprio nel quotidiano, esaltando il dono del nostro cuore, del nostro tempo, delle nostre forze, delle nostre capacità. Nel quotidiano c’è la richiesta continua di presenza accanto alla sofferenza dei fratelli.

Secondo lo stile del Vangelo, le nostre Misericordie sono sempre state presenti accanto alle povertà che in ogni tempo sono nuove per via del mutare delle situazioni.

La profezia e la forza del Vangelo ci porti, anche come fratelli e sorelle della Misericordia, a tenere il cuore e gli occhi aperti sul nostro tempo, per essere pronti a scelte coraggiose che via via si rendano necessarie per il mutare rapido della vita in questo inizio di secolo.

Mons. Giancarlo Corti
Vicario Episcopale per il Mugello

Un filo che unisce

Quando ci venne proposto di ospitare, in modo stabile, alcune pagine d'informazione a cura delle Misericordie mugellane, subito dichiarammo la nostra piena disponibilità. 

Del resto "Il filo" lo ha sempre detto chiaramente: queste pagine sono a servizio della realtà mugellana. Pagine fatte da volontari, che quindi molto volentieri vengono messe a disposizione della più importante realtà di volontariato della nostra zona.

Anche perché vi è piena consonanza sui fini della proposta: in fondo questo mensile è nato -lo suggerisce il nome stesso- per unire maggiormente le realtà dei vari comuni mugellani: attraverso lo scambio di esperienze, la conoscenza reciproca, il flusso di informazioni su ciò che si fa e ciò che si pensa.

Siamo convinti cioè che questo nuovo impegno informativo, da parte delle Misericordie mugellane, sia importante. Lo spirito non è certo quello di "mettere in mostra" alcunché: nelle confraternite è ancora sentito e seguito l'invito che "la tua destra non sappia ciò che fa la tua sinistra", esemplificato da quella "buffa" nera, quel cappuccio che i confratelli indossavano. Ma informare le persone su ciò che si fa, sui bisogni emergenti, sui problemi da affrontare, sollevare temi sociali ed offrire spunti di riflessione, aumentare la sensibilità e l'attenzione della gente, è di per sé un'opera di misericordia. Con l'effetto che una maggiore consapevolezza non può che tradursi in partecipazione e condivisione.

Per questo ci sembra giusta e lungimirante la scelta fatta di "sfruttare" queste pagine, piuttosto che dar vita a un notiziario indirizzato agli iscritti: parlare a tutti è un contributo che si offre alla crescita di tutta la comunità.

 

Naturalmente l'iniziativa dovrà consolidarsi, trovare le forme più opportune ed efficaci. Ma è importante che sia stata avviata.

La “Carta d’Identità” della Misericordia 
di BORGO SAN LORENZO  

Anno di fondazione: 1847

Sede e n. telefono: VIA GIOTTO 34 – 055/8494118 (r.a.)

Provveditore: GIACOMO MATTEUCCI  

Numero iscritti: 1570

Numero volontari attivi: 592

Numero dipendenti: 6 fissi  3 tempo determinato

Principali attività svolte: servizi caritativi alla persona, telesoccorso e teleassistenza, assistenza domiciliare, servizi sociali, servizi di impresa funebre, servizio di ambulanza, servizio di emergenza medica e di guardia medica (ASL), servizio privato di Guardia Medica Pediatrica (per tutto il Mugello), poliambulatorio con radiologia, ecotomografia, fisioterapia, medicina dello sport e altre branche specialistiche, attività di protezione civile,  

 

Bilancio 1999 delle attività: (n. servizi, km. percorsi, ecc.):

Servizio ambulanza medicalizzata  n.    498    10.115 Km percorsi

Servizio ambulanza “ordinaria”      n. 1.329  40.302 Km percorsi

Servizi sociali – assistenziali         n. 1.608  45.517 Km percorsi

CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DI SCARPERIA

Anno di fondazione: 1884

Sede: Via San Martino, 4 

Governatore: Marino Ciotti

Iscritti: 1143 nuclei familiari

Volontari attivi: 203

Dipendenti: 1

Svolge attività sociali, sanitarie, protezione civile, donazione sangue

  I numeri del 1999: 
124.850 km. percorsi; 3845 servizi

CONFRATERNITA DI MISERICORDIA DEI SANTI SEBASTIANO E ROCCO DI BARBERINO DI MUGELLO

Anno di fondazione: 1436

Sede: Via Dante, 4 – tel. 055-8417922  /  fax: 055-8679380

Governatore: Ugo Gucci

Iscritti: 636

Volontari attivi: 25 confratelli e 20 consorelle

Dipendenti: nessuno

Svolge servizi sociali, servizi funebri, attività culturale (corale di canto con 25 elementi e un gruppo giovanile in formazione)

La Festa del patrono
a Barberino di Mugello

Anche la Confraternita di Misericordia dei Santi Sebastiano e Rocco di Barberino quest’anno festeggia il Santo Patrono con iniziative particolari e significative in occasione dell’anno giubilare.

Così sabato 22 gennaio alle 17.30 nella Pieve di San Silvestro è in programma una celebrazione eucaristica con la partecipazione della Corale della Confraternita che animerà la Messa con mottetti e con il canto della Messa Pontificale di Perosi. Durante la celebrazione si terrà la vestizione di alcuni giovani e ragazze che indossando la storica “cappa nera” per la prima volta entreranno a far parte del gruppo giovani, affermando in tal modo il loro impegno volontario, religioso e sociale, verso il prossimo.

Al termine del rito saranno benedetti i “panellini”, che successivamente verranno distribuiti alla popolazione, alle autorità comunali, civili e istituzionali, ai medici, e alle parrocchie di Galliano e Cavallina. Nella giornata di domenica i giovani porteranno i panellini benedetti agli ammalati, agli anziani della parrocchia, con l’augurio che il grande Giubileo del 2000 sia veramente l’anno del ritorno a Cristo. E nel pomeriggio, alle 15.45, nella Pieve di San Silvestro, a chiusura dei festeggiamenti patronali, il Coro di San Felice a Ema terrà un concerto diretto da don Dante Bucciarelli; all’organo m.o Fabio Carnasciali.

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, gennaio 2000
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408