Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Turismo cultura
arte - cultura

LA SCUOLA DI MUSICA DARIO VETTORI LIUTAIO

Firenzuola a tutta musica

Ad ogni paese la sua Scuola di Musica. Questa dovrebbe essere una regola fondamentale, un principio irrinunciabile per una comunità. Nelle parole Scuola di Musica c'è un mondo, un universo di significati.

Firenzuola è un paese fortunato. Non solo vi opera da ormai dieci anni una organizzata e vivace scuola di Musica, ma, quello che è più importante, essa è nata e vive grazie a dei firenzuolini che uniscono al loro attaccamento al paese natale, all'amore per la loro terra una passione incondizionata per la nobile musa, per l'arte che più di altre tocca da vicino le corde dell'anima.

A Firenzuola non c'è una scuola di importazione, un prodotto costruito altrove e forzatamente impiantato nel tessuto sociale e culturale del paese, ma una brillante realtà voluta ed amata dai cittadini.

Come tutte le cose belle, anche questa scuola non è venuta per caso. Il tempo, con il suo ritmo che gli uomini a volte giudicano lento, ha fatto maturare un seme che era stato gettato oltre venticinque anni prima dal maestro Bruno Vignini (valido violinista e trombettista) e dalle Suore dell'Asilo Gesù Buon Pastore che ebbero la geniale idea, in un periodo in cui pochi pensavano all'insegnamento della Musica per i bambini più piccoli, di istituire presso la loro sede, nel doposcuola, dei corsi di strumento e una mini orchestra di flautini dolci. Il successo fu immediato: decine di bambini entrarono in contatto con il magnifico mondo della Musica e furono travolti, ancora in tenera età, dalla passione di suonare insieme, scegliendo così di divertirsi non solo con soldatini, bambole o palloni, ma anche con pianoforti, chitarre e violini.

Nacque la Musica a Firenzuola e forse sarebbe morta dopo poco più di dieci anni se da questa schiera di bambini che piano piano crescevano e si inscrivevano all'Università o trovavano lavoro, non ne fosse spuntato uno che, con in mano una chitarra da studio, avesse detto: - Io voglio fare il musicista! -.

Quando Francesco Santoro si iscrisse al Conservatorio la scuola di Musica di Bruno Vignini e delle Suore era chiusa da lungo tempo e gli altri bambini, ora uomini, si erano dispersi fra le molteplici strade della vita.

Un musicista vero non può accettare di tenere tutta la sua arte, la sua passione, il suo talento per se; deve esprimersi e proporsi agli altri nei modi che il suo istinto gli suggerisce. Per Francesco un modo di esprimersi era anche quello di comunicare le sue conoscenze musicali a chiunque volesse ascoltarlo. Con l'aiuto di alcuni amici che con lui erano stati allievi di Bruno, riuscì a ridare luce alla scuola di Musica, impostata con una concezione più professionale, secondo le moderne tecniche di didattica strumentale e teorica con l'ausilio di docenti qualificati per ogni singolo insegnamento musicale.

Ecco la storia della Scuola di Musica Dario Vettori Liutaio di Firenzuola, oggi una istituzione consolidata da ormai dieci anni con più di sessanta allievi iscritti ai corsi, patrocinata ufficialmente dal Comune di Firenzuola da cui ha ottenuto una sede più che decorosa, sponsorizzata fin dalla nascita dalla banca di Credito Cooperativo del Mugello e dalle aziende della Pietra Serena.

E' una bella storia di paese, autentica ed educativa perché non è solo un racconto, è una colonna sonora, un opera sinfonica, sulle note degli strumenti degli allievi che riecheggiano nelle case allietando il cuore di tanti genitori e di quei distratti passanti che, nelle fredde serate d'inverno, odono qua e là il suono delicato e soffuso di un piano o di una chitarra o di chissà quale altro strumento.

MARCO ZINI

LA SCUOLA DI MUSICA E DARIO VETTORI

Nell'anno didattico 1999 - 2000 ricorre il decimo anniversario della fondazione della Scuola di Musica ed il Consiglio direttivo è intenzionato a dare giusto risalto a questo importante traguardo. Essendo la Scuola intestata al celebre Liutaio della Montagna (1903-1973) nato, vissuto e morto a Firenzuola, l'attenzione culturale verso il violino è uno dei punti forti del programma delle celebrazioni. In collaborazione con i figli liutai di Dario (Carlo e Paolo) titolari di laboratori artigiani a Firenze, si sta programmando di organizzare una mostra dei Violini di Dario e di altri liutai famosi. Inoltre gli insegnanti saranno coinvolti nell'allestimento di concerti e appuntamenti musicali.

 

La Scuola è anche orgogliosa delle continue affermazioni positive del suo Coro Polifonico femminile diretto con maestria ed amore da Edoardo Materassi. Le dieci ragazze che compongono il coro, secondo il giudizio del maestro, sono dotate di voci di rara bellezza e di un ottimo orecchio musicale. Il Coro Polifonico si è esibito varie volte a Firenzuola ed in manifestazioni regionali ed è sicuramente il miglior biglietto da visita che la scuola possa mostrare per far conoscere il livello di preparazione dei suoi allievi. Le classi di strumento sono composte da allievi di tutte le età ; sono i più piccoli a dare vivacità alla scuola oltre che stimolare la bravura degli insegnanti: Maria Laura DePonte al Flauto Traverso e Propedeutica, Samuele Flori e Raffaele Puccianti al Piano, Mirco Carroli al Violino, Stefano Bellacci ai sassofoni e Clarinetto, Francesco Santoro alla chitarra.

Il Consiglio direttivo, rinnovato nell'Aprile del 1999 è così composto: Presidente: Marco Zini - V. Presidente: Lisa Panchetti - Dir. Artistico: Francesco Santoro - Consiglieri: Enrico Giovannardi, Daniele Orlandi, Umberto Fusi, Patrizia Marchi - Sind. Revisori, Nicola Vivoli, Lorenzo Maestri

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, gennaio 2000
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408