Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Turismo cultura
arte - cultura

UN IMPORTANTE AVVENIMENTO CULTURALE PER FIRENZUOLA

"Rivive" il Seminario

Qualche tempo fa nella chiesa parrocchiale di Firenzuola, alla presenza di S.E. Cardinale Silvano Piovanelli, del Sindaco di Firenzuola prof. Renzo Mascherini, del presidente della banca di Credito Cooperativo del Mugello, sig. Luciano Casini, di numerose altre autorità, di sacerdoti della diocesi e di una numerosissima partecipazione della popolazione che a stento era contenuta, anche in piedi, nella grande chiesa, si è svolta la presentazione della ristampa anastatica del libro Memorie del Seminario di Firenzuola, di Don Stefano Casini, nato a Cornacchiaia nel 1853 e morto a Fagna nel 1941, edito a Firenze dalla tipografia Ricci l'anno 1895.

La pubblicazione, interamente finanziata dalla Banca di Credito Cooperativo del Mugello, è costituita da due volumi raccolti in elegante e sobrio cofanetto, stampati dalla SEMPER editrice di Firenze che riproducono nel primo lo scritto del Casini, mentre nel secondo, curato dal concittadino maestro Pier Carlo Tagliaferri, la biografia dell'autore, la sintesi delle sue opere, una interessante documentazione iconografica con foto d'epoca, corredata da ampie didascalie. Le numerose epigrafi latine, che nel testo originale non risultano affiancate dalla relativa traduzione, puntualizzano episodi significativi della storia del seminario e documentano il passaggio da Firenzuola di numerose personalità del secolo XVIII e XIX, fra cui: Maria Teresa d'Austria, Francesco III di Lorena, Federico IV di Danimarca, Niccolò Tommaseo, sono state tradotte dal prof. Carlo Lapucci di Firenze. La manifestazione si è aperta con mottetti di musica antica e contemporanea eseguiti da coro polifonico femminile MULIERIS VOCES di Firenzuola, magistralmente diretto da maestro Edoardo Materassi. Si sono quindi succeduti gli interventi del rag. Paolo Raffini, consigliere della Banca di Credito Cooperativo che ha sottolineato l'importanza di questo istituto di credito nato dalla fusione delle tre casse rurali: Piancaldoli, Coniale e Luco di Mugello, che opera con 8 filiali non solo nei maggiori centri del Mugello, ma anche a Sesto Fiorentino e che presto vedrà il proprio centro operativo nei locali ristrutturati del Seminario, ormai chiuso dagli anni '50 e che rappresenterà una importantissima realtà economica per la nostra piccola comunità. 

E' seguita la presentazione della pubblicazione da parte di Don Silvano Nistri, pievano di Sesto Fiorentino, uomo di fede e di grande cultura che ha ripercorso la storia dei Seminari nati dopo il Concilio di Trento con l'intento di migliorare la cultura umanistica del clero e, a Firenzuola, fondato nel 1800 da Monsignor Antonio Martini, Arcivescovo di Firenze, vero e proprio benefattore del nostro comune, che, con i soldi ricavati dalla vendita della Abbazia di Moscheta e da munifiche offerte di 9 famiglie Firenzuoline, acquistò l'antica ed illustre Locanda della Scala, casa che vide i natali della nostra concittadina Venerabile Suor Diomira Allegri e i locali delle Case Baldi per impiantarvi una scuola di formazione per giovani chierici della montagna che, a causa delle forti ristrettezze economiche, non avrebbero certo potuto recarsi, per i loro studi, nella lontana città di Firenze. Altra grande intuizione fu quella di aprire le porte del Seminario a coloro che, a titolo personale, avrebbero voluto frequentarlo elevando così la cultura di una intera comunità rurale.

 

La cerimonia è proseguita con brevi ma significativi interventi dei curatori del libro, Tagliaferri e Lapucci; con le toccanti parole del Cardinale Piovanelli che si è complimentato per la bella iniziativa dimostrandosi assai soddisfatto per aver rievocato la grande importanza di questa nobile istituzione. Infine il Sindaco Renzo Mascherini ha ringraziato i curatori dell'opera per aver fatto riaffiorare le memorie di un periodo così ricco di cultura per la nostra comunità, sempre più alla ricerca delle proprie radici; ha inoltre ringraziato il presidente Luciano Casini, pronipote di don Stefano, e l'intero consiglio direttivo della BCCM, per aver scelto, come propria sede questi locali. Si è inoltre auspicato, proprio per lasciare un significativo segno di continuità che sulla terrazza dell'edificio venga ripristinato l'osservatorio metereologico voluto da mons. Cecconi vescovo di Firenze ed inaugurato nel 1881 alla presenza di alte personalità scientifiche; inoltre, per la gioia di molti firenzuolini, cedere in comodato la cappella alla locale Misericordia, che non ha un proprio oratorio ove celebrare funzioni religiose e destinarla a Cappella del commiato in luogo dell'attuale poco idoneo locale di proprietà della Pia Casa di Riposo SS. Annunziata, altra benemerita realtà firenzuolina.

 

Queste due richieste sono state approvate dai presenti con un lungo applauso e ci auguriamo, quindi, siano prese in seria considerazione.

Al termine è stato distribuito gratuitamente a tutti i presenti una copia dell'opera ed offerto un ottimo rinfresco curato dalle donne di Cornacchiaia, Piancaldoli e Fagna.

Giovanni Zini

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, luglio 2000
Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408