Link alla Homepage
Menu

La copertina di questo mese
La copertina di questo mese
Articoli
SANITA' LOCALE

UN’INIZIATIVA FINANZIATA DALLA BANCA DEL MUGELLO

Prevenire il tumore allo stomaco

E’ stato avviato di recente, in Mugello, un importante studio di ricerca, effettuato da un’equipe formata dall'Unità Operativa di Epidemiologia molecolare e nutrizionale del Cspo (Centro per lo studio e la prevenzione oncologica) della Regione Toscana, l'Unità Operativa di Chirurgia generale e la Sezione aggregata di Endoscopia dell'Ospedale del Mugello in collaborazione con i medici di medicina generale della zona, col determinante contributo economico della Banca del Mugello.

Si tratta di una ricerca sul tumore gastrico, una patologia particolarmente temibile, ha sottolineato durante la presentazione il primario di Chirurgia dell’ospedale borghigiano dott. Vincenzo Lucchetti, in particolare a causa della difficoltà di identificazione precoce, che rende poi pressoché impossibile una efficace soluzione a livello chirurgico. Per questo l’obiettivo della ricerca è quello di capire le modalità di sviluppo del cancro allo stomaco, e di meglio comprendere quali possono essere gli elementi utili per effettuare controlli su categorie più a rischio.

Per lo studio saranno coinvolti cento mugellani, tra i 40 e i 70 anni, con almeno un parente di primo grado affetto da carcinoma gastrico, asintomatici o con sintomatologia gastrointestinale, che saranno sottoposti a esami del sangue, sarà loro effettuata una gastroscopia, oltre a raccogliere informazioni sulla persona –albero genealogico, abitudini alimentari e di vita, ecc.

Ma perché questa ricerca in Mugello? Perché, come si evince dai dati nell’articolo accanto, la nostra zona è tra quelle a più alto rischio, a livello nazionale. Le cause? Difficile essere certi. Le abitudini alimentari –molta carne, la cottura alla brace, poca frutta e verdura-, una predisposizione genetica –pare incida anche l’ereditarietà-, il fumo e l’alcol....

Per consentire l’effettuazione di questa ricerca, che si concluderà nell’ottobre 2005, la Banca del Mugello ha deciso di stanziare un contributo di 11 mila euro: “Siamo orgogliosi –sottolinea il presidente della Banca del Mugello-Credito Cooperativo Paolo Raffini- di consentire, con il nostro contribto, la realizzazione di questo studio medico-scientifico. Credo si tratti di un’iniziativa importante, a vantaggio dell’intera comunità mugellana. Ed è questo lo spirito che ci muove, e che ci fa essere banca “diversa”, fortemente radicata nel territorio, e attenta ai bisogni di questa comunità”.


I DATI DELL’INCIDENZA E DELLA MORTALITA’ 
NELLA NOSTRA ZONA

Tumori in Mugello

I più temibili e diffusi, quello gastrico e al polmone per gli uomini, stomaco e mammella per le donne. I più curabili vescica, prostata  e colon retto per i maschi, mammella, utero e colon retto per le donne. Leggere i dati delle ricerche statistiche su incidenza e mortalità per le varie forme tumorali è poco allegro ma interessante. Anche perché i dati, suddivisi zona per zona, mostrano nel Mugello alcune significative differenze. Vediamoli (il tasso di mortalità indicato è quello standardizzato per età, per mille abitanti).

 

Ricoveri e decessi per tumori

In Mugello, nel 2002, sono stati ricoverati a causa dei vari tipi di tumore (si conteggia il primo ricovero) 14,45 maschi ogni 1000 abitanti, 13,6 donne. E’ un tasso basso, visto che la media toscana è di 16,94 per gli uomini e 15,0 per le donne (Firenze è al 16,92 e al 15,8).

Quanto ai decessi il Mugello si allinea alle altre aree: nel periodo 1999-2001 si è avuta una mortalità di 4,64 ogni mille abitanti negli uomini e del 2,62 nelle donne (media toscana 4,79 e 2,39).

 

Vediamo ora i vari tipi di tumore

Tumore all’intestino

La mortalità, tra gli uomini è dello 0,60 (ogni 1000 abitanti), dello 0,39 tra le donne ( a Firenze è dello 0,63 e 0,38 (uomini / donne), in Toscana dello 0,61 e 0,36).

 

Tumore alla mammella

In Mugello la mortalità è dello 0,29 contro lo 0,37 della Toscana e lo 0,43 di Firenze

 

Tumore del polmone

Il Mugello ha un tasso dell’1,03 per gli uomini, contro l’1,21 della Toscana e l’1,15 di Firenze, mentre molto più ridotta è la mortalità tra le donne, 0,25 (in Toscana è dello 0,19, a Firenze dello 0,27).

 

Tumore della prostata

 Si tratta di un tumore che riguarda solo il sesso maschile, e che è piuttosto diffuso. Il Mugello non ha un alto tasso di mortalità, con un valore di 0,38, contro lo 0, 43 della Toscana e lo 0,49 della città di Firenze.

 

Tumore allo stomaco

Per questa patologia il Mugello detiene purtroppo un record negativo, sia nel tasso di ricovero che di mortalità. L’incidenza è notevolmente superiore nei maschi. Per i ricoveri il Mugello ha un tasso di 1,14, doppio rispetto a Firenze, che ha un tasso di  0,59 (per le donne i numeri si abbassano: 0,33 contro lo 0,31, per il tasso di ricovero). Numeri preoccupanti anche per il tasso di mortalità: il Mugello è il primo di tutta la Toscana con lo 0,69, rispetto a Firenze che si ferma allo 0,38 (e la Toscana ha una media di 0,46), mentre per le donne il tasso di mortalità in Mugello è di 0,35, rispetto allo 0,20 di Firenze e allo 0,21 della Toscana.

 

 © il filo, Idee e notizie dal Mugello, novembre 2004

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: info@ilfilo.net, Tel. 333 3703408