Link alla Homepage
Menu

La copertina di giugno 2011 del Filo. Idee e notizie dal MugelloLa copertina del
mese
GLI ARTICOLI

LA DECISIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
DI BORGO SAN LORENZO

Via Don Rodolfo Cinelli

Don Rodolfo CinelliPiù di tre anni fa, su suggerimento di qualche amico, “Il Filo” lanciò l’idea di ricordare pubblicamente il vecchio pievano di Borgo San Lorenzo, don Rodolfo Cinelli, mediante l’intitolazione di una via o di una piazza.

La proposta trovò molti sostegni: numerosi borghigiani inviarono per scritto il loro consenso e lo stesso fecero varie associazioni del paese. Così il nostro giornale girò la proposta, corredata dalle adesioni ricevute, all’amministrazione comunale borghigiana.

Adesso una decisione è stata presa. Si sta costruendo, nella zona “Fornaci” un nuovo pezzo di Borgo San Lorenzo, e insieme a settanta appartamenti, spazi verdi e un piccolo asilo nido, non mancano le nuove strade. Così una di queste, la via che inizia da Via dei Ponti, percorre la nuova lottizzazione, e termina al sottopasso ferroviario di Via Guttuso sarà “Via Don Rodolfo Cinelli, pievano di Borgo San Lorenzo”: lo ha stabilito la giunta comunale in una recente seduta. Nell’atto si ricorda la proposta del “Filo”, si sottolinea che è stato “figura di rilievo per l’intera comunità borghigiana e punto di riferimento per molti mugellani, scomparso nel 2001.

 

Don Rodolfo Cinelli a Cavallico, anni '70Che dire, se non esprimere soddisfazione per questa intitolazione? Ed anche ringraziare l’amministrazione comunale borghigiana per la sensibilità dimostrata. Una soddisfazione che è di tutti coloro che hanno incontrato e incrociato la loro vita con don Cinelli. In particolare, crediamo, dei tanti giovani (ormai… ex-giovani) che nella sua parrocchia hanno trovato accoglienza, insegnamenti di vita, passione per un ideale. Il suo nome è legato, verrebbe da dire d’acchito, a quello di Cavallico, la casa nel comune di Scarperia, che il pievano borghigiano acquistò negli anni ’70 e che divenne una straordinaria esperienza educativa, dalla quale sono passati centinaia di ragazzi e ragazze borghigiani. Ma ben più ampia e composita è stata la sua azione pastorale. A questo proposito ci permettiamo di lanciare un’altra proposta.

Don Rodolfo Cinelli, pievano di Borgo San LorenzoIn concomitanza con l’inaugurazione della strada, o comunque in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa, perché non organizzare un incontro pubblico per ricordarne la figura e rievocarne le sue attività?

Un incontro rivolto a tutti coloro che lo hanno conosciuto, per fare memoria di un’esperienza e di una testimonianza significativa, per riportare alla luce pensieri e messaggi positivi, e per ricordare un pezzo della nostra storia.

Lanciamo la proposta, chiedendo suggerimenti e collaborazione. Chi vuole dare una mano, nell’impostazione e nell’organizzazione, ci contatti al più presto. Insieme valuteremo le modalità per promuovere un’iniziativa di ricordo di Don Cinelli. Siamo convinti che sarà una cosa bella!

il filo

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, giugno 2011