Link alla Homepage
Menu

Copertina del Filo del mese di Marzo 2009
La copertina del
mese
GLI ARTICOLI
PERSONAGGI

RICORDO DI LUIGI MERCATALI

Il dottore di Ronta

Luigi Mercatali ci ha lasciato alla veneranda età di novantaquattro anni. È morto il dottore, si sussurrava mestamente fra la gente di Ronta. Per noi rontesi il dottore per antonomasia è stato lui, ha tenuto la “sua” condotta per più di quarant’anni con una professionalità e anche sacrificio quando occorreva, che tutti in paese hanno verso il dottor Mercatali un debito di gratitudine o perlomeno apprezzamento per quanto egli ha fatto per questa comunità mugellana.

Il dottor Luigi MercataliMarradese, arrivò a Ronta fresco di dottorato e  venne accolto in casa per alcuni anni da una famiglia benestante del paese, in seguito si sposò e  non ha più lasciato questo luogo anche quando passò “la mano” al figlio Marco.

Il dottore era sempre pronto e disponibile a qualunque ora venisse chiamato. Per molto tempo si è “spostato” con la motocicletta e sempre “inzucco”, come dicevano i vecchi rontesi, cioè senza cappello. La cosa veniva notata perché il dottore,  era vittima di una precoce calvizie e meravigliava che non si coprisse la testa; ricordiamoci che ancora trent’anni fa la neve e il freddo erano una costante nei nostri luoghi.

Non esagero affermando che ha salvato molte gente. Io, ad esempio, sono un di questi. Non voglio certo parlare di me, ma ricordare un episodio del quale il dottore, anche se schivo, andava professionalmente fiero.

All’incirca un anno dopo che operava nella condotta, dovette recarsi in una casa di contadini posta sull’Appennino, ad assistere una donna incinta: la levatrice non poteva andare, sia  per il luogo impervio, sia per la neve caduta copiosa per tutta la notte. Venne accompagnato da un giovanotto del luogo che conosceva la strada e dopo un paio d’ore di duro cammino giunsero alla casa colonica. Si accorse subito, dopo aver visitato la donna, che il parto non sarebbe stato semplice, anzi.

Passarono alcune ore e la donna diede alla luce un bel maschietto, ma era stato un parto difficile e la mamma era stremata. Decise, perciò, di rimanere a vegliarla per tutta la notte, una decisione che si rivelò utilissima perché ad un certo punto ella ebbe una crisi legata alle complicazioni del parto, che superò solo grazie alla presenza del dottore che le salvò la vita.

Luigi Mercatali è un medico che ha operato in tempi diversi, è vero, ma era un dottore che dava fiducia e prendeva molto a cuore la salute dei suoi ammalati, seguendoli oltre “le canoniche” ore di servizio. Senza dubbio svolgeva la sua professione con grande dedizione e amore, e aveva qualità medico-diagnostiche di indubbio valore. E non sono parole.

Anche a Ronta il piano regolatore del Comune prevede la nascita di nuove abitazioni e perciò occorrerà dare il nome alle strade. Se una di queste fosse intitolata a Luigi Mercatali sarebbe un segno tangibile di attenzione, un riconoscimento dovuto da parte di una comunità che ha a cuore coloro i quali “fanno del bene”.

Mi auguro che i rontesi facciano propria questa proposta e la avanzino tramite i loro rappresentanti in seno al comune di Borgo San Lorenzo.

Per quanto mi riguarda vorrei esprimere tramite “Il Filo”, la mia vicinanza al dolore della famiglia per la perdita del dottore.

                                                                                                    Alfredo Altieri

 

© il filo, Idee e notizie dal Mugello, dicembre 2009

Cerca in questo sito gli argomenti sul Mugello che ti interessano powered by FreeFind
Copyright © 2006 - Best viewed with explorer - webmaster Stefano Saporiti contatti: [email protected], Tel. 333 3703408